Grancini (Fdi): Mai votato aumenti in Talete, Erbetti si informi meglio con i suoi colleghi di governo

Riceviamo e pubblichiamo

VITERBO – Forse il consigliere comunale Erbetti, oltre a richiedere i verbali dell’assemblea Talete, dovrebbe anche fare chiarezza su ruoli ed attribuzioni di chi governa e chi è all’opposizione.

Io ho partecipato all’assemblea dei soci della Talete come delegato dal sindaco di Viterbo ratificando il voto espresso dall’assemblea dei sindaci, e congelando così l’incremento previsto dell’1,4%.

Erbetti dovrebbe sapere che le attuali tariffe sono quelle votate nel 2016 dalla Provincia di centrosinistra, da lui sostenuta, quindi dovrebbe farsi illustrare dai suoi colleghi le motivazioni alla base dell’attuale situazione economica.

La Provincia, guidata dal centrosinistra, è al governo ormai da sei anni, dunque Erbetti farebbe bene a pretendere da Nocchi maggiore chiarezza.

Fratelli d’Italia, come sempre dichiarato, non ha votato nessun incremento, ma anzi vigilerà sul rispetto degli accordi concordati.

Ci preme ricordare ad Erbetti, al quale magari è sfuggito questo dettaglio, che i Cinque Stelle sono al governo nazionale ed hanno sostenuto la lista di centrosinistra della stessa Provincia che ha votato l’aumento delle tariffe a scapito dei cittadini anziché esigere il credito vantato da 40 milioni di euro che potrebbe definitivamente sanare le casse dell’ente.

Forse i primi ai quali dovrebbe chiedere spiegazioni sono i suoi colleghi di partito e di coalizione che, al governo nazionale, dovrebbero avere il coraggio di votare quella legge sull’acqua pubblica che invece ristagna in Commissione da lungo tempo.

E’ quanto dichiara in una nota il consigliere provinciale di Fratelli d’Italia, Gianluca Grancini.

Fratelli d’Italia

Gianluca Grancini