Il Partito Democratico di Civita Castellana aderisce all’iniziativa contro l’aumento delle tariffe idriche

Riceviamo e pubblichiamo
Il circolo del Partito Democratico di Civita Castellana aderisce all’iniziativa del 18 gennaio in Piazza Matteotti contro l’aumento delle tariffe idriche. Infatti, lo scorso 30 dicembre, durante l’assemblea dei soci TALETE, il sindaco Caprioli ha votato favorevolmente all’aumento del 46% delle tariffe in 5 anni, vale a dire il 9% l’anno, con addirittura il 2,8 retroattivo per gli anni 2018 e 2019. Il 5 dicembre, quando si è tenuto il consiglio comunale straordinario e aperto, però, è stata approvata all’unanimità una mozione che impegnava il primo cittadino a votare no ad ogni aumento delle bollette. Quindi L’amministrazione non solo incrementa la tariffa dell’acqua, ma viola in maniera inaccettabile una decisione del Consiglio Comunale, non rispettando il volere di un’istituzione e quindi di tutti i cittadini che lì sono rappresentati. Si tratta di due fatti molto gravi, che non possono essere tollerati.
Per tutti questi motivi  il PD chiederà un’assunzione di responsabilità a tutta l’amministrazione Caprioli, e soprattutto al Sindaco che in 6 mesi ha dimostrato di non essere all’altezza del compito. Perché un sindaco non dovrebbe comportarsi come un manager di un’azienda privata, ma come un buon padre di famiglia. Sarà interessante capire se il capogruppo Sebastiani e il Presidente Del Consiglio Valerio Turchetti, dopo aver più volte minacciato il sindaco di sfiducia in caso di un mancato rispetto del Consiglio Comunale, passeranno davvero “dalle parole ai fatti”.

Perciò per l’importanza di quanto accaduto invitiamo tutti alla manifestazione del 18/11, dalle ore 10:00 alle 12:30 in piazza Matteotti.

Il Circolo PD Civita Castellana;
Il Segretario, Mattia Catalani.