Campionato di Promozione: la Vigor Acquapendente batte l’Almas Roma 3 – 1

ASD Polisportiva Vigor Acquapendente – ASD Almas Roma SRL  3-1

(PRIMO TEMPO 2-0)

ASD POLISPORTIVA VIGOR ACQUAPENDENTE: Nencione, Sandro Finocchi, Chiavarino (35° st Scatena), Bellacima, Gimmelli, Colonnelli, Fanelli, Pesci (39° st Giunta), Kabangu, Zhar, Simone Broccatelli (44° st Ambrosini)

A DISPOSIZIONE: Mearelli, Francesco Finocchi, Marco Broccatelli, Bedini

ALLENATORE: De Paolis

ASD ALMAS ROMA SRL: Maggini, Bonani, Quaresima, Nuovo, Bertini, Teti, Falzoi (1° st Olivieri), Marchetti (1° st Groos), Gaffi, Bendi (41° st Manini), Boccadifuoco (26° st Bonifazi)

A DISPOSIZIONE: Valentini, Petitta, Apuzzo

ALLENATORE: Sesena

ARBITRO: Valerio Angiolosanto di Ostia Lido, assistente 1 Alessio Trionfera di Ostia Lido, assi tente 2 Simome Maccari di Ciamoino

MARCATOEI: 6° pt Fanelli (PVA), 11° Kabangu (PVA), 12° st Gaffi (AARS), 26° st Zhar (PVA)

NOTE: Ammoniti 36° Nuovo (AARS), 37° pt Zhar (PVA), 4° st Bertini (AARS)

Si accende subito lo special – vittoria Vigor e si fa più breve il tratto verso la zona play-off (non più sette ma quattro i punti da recuperare). Simone Broccatelli ed Ayoub Zhar si infilano subito i panni di assist-man alla prima del nuovo anno. Matteo Fanelli e Francois Kabangu gongolano in zona goal ma impressionano anche per intelligenza e lucidità nel creare gioco.

Le occasioni di Bellacima e Sandro Finocchi fanno da antipasto alla rete di Zhar e completano la voce oltre dieci azioni da rete in novanta minuti che sicuramente è un bel vedere. L’Almas regala trenta minuti di gioco e se ne pente amaramente. La rete di Gaffi, le giocate di Falzoi, le percussioni di Bendi, le conclusioni di Teti e Gross parlano di una squadra in salute. Che dovrà comprendere perché un approccio molle e privo di brillantezza ha potuto rovinare tutto.

IL DOPOPARITA    Brindisi tre punti Vigor dal gusto dolce perché nulla era scontato alla vigilia. “Avevo chiesto ai ragazzi di reagire dopo la sconfitta di Cerveteri”, dichiara Mister De Paolis “E sono stato ottimamente esaudito perché il tutto avvenuto contro una squadra con cui per valore tecnico non è onestamente facile leggere tatticamente bene le mosse. Abbiamo al triplice fischio finale meritato i tre punti. Ma la soddisfazione più grande è aver da subito ripreso il nostro cammino verso l’obiettivo alta classifica con una determinazione ed una efficacia difficile onestamente da riscontrare dopo una lunga pausa.

Un pensiero particolare per capitan Maico Colonnelli ed il difensore Roberto Gimmelli. Non erano al cento per cento della forma. Ma mi hanno chiesto di essere messi in campo dal primo minuto. Promettendomi che avrebbero stretto i denti e dato il proprio contributo alla causa. Visto come lo hanno fatto è una inesauribile pozione di adrenalina che non può far altro che bene al gruppo”.