Pendolari Roma Nord: mille soppressioni, altro che chiacchiere

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.

Ecco il testo dell’ennesimo esposto di questo comitato alle procure di Roma, Viterbo, Perugia, Tivoli, presso la Corte dei conti e in copia a Adusbef, Ministero dei Trasporti, ANSF, Legambiente, Governo italiano, Astral…

Buonasera,

ci siamo stancati di scrivere esposti, segnalazioni, criticità sul servizio pubblico erogato da ATAC SPA e con la proprietà della ferrovia della Regione Lazio senza che mai nessuno prenda in considerazione una seppur minima attività di monitoraggio e di vigilanza sul contratto di servizio,per i danni che si arrecano ai cittadini e pendolari.

Parliamo di un contratto da 90 milioni di euro, in proroga da giugno 2019 ma sembra senza aver documentazione scritta a riguardo, con una carta della qualità dei servizi che non viene rispettata e con una lista di treni soppressi, dal 2 luglio ad oggi, che rasenta la stratosferica quota MILLE unità! Qua non c’è regolamento ANSF da rispettare che tenga, si tratta di interruzione di pubblico servizio ormai.

Come ha certificato Legambiente pochi giorni fa con il suo rapporto Pendolaria 2019, siamo la peggiore linea ferroviaria del LAZIO e la seconda peggiore in tutta italia, con una certezza, visto l’andazzo: l’anno prossimo saremo primi in tutte le categorie…purtroppo.

Paghiamo biglietti e abbonamenti per viaggiare come bestie su treni immondi e senza servizi, quando ci sono…e siamo a ROMA, capitale d’italia.
Abbiamo treni e stazioni non accessibili ai disabili, alle carrozzine, alle biciclette. VERGOGNA!

Non aggiungiamo altro ma vi invitiamo ad intervenire presso gli enti preposti per far rispettare contratti e carte dei servizi, palesemente non osservate da anni ormai. ESISTE ANCORA LA LEGGE e soprattutto esiste ancora qualcuno che controlli che venga rispettata? Non ci importa se questa nostra segnalazione venga cestinata o ci venga detto che segua un canale improprio….AVETE IL DOVERE CIVILE E MORALE DI INTERVENIRE, nel rispetto della legge.

Alleghiamo la lista delle soppressioni e le domande alle quali attendiamo di avere risposta e che abbiamo consegnato alla Regione Lazio durante l’incontro dell’11 dicembre scorso.

Attendiamo cortese riscontro.

COMITATO PENDOLARI FERROVIA ROMANORD