A Rivotorto di Assisi il Natale è all’insegna di mercatini, casa di Babbo Natale e presepe

NewTuscia – ASSISI – Anche Rivotorto di Assisi fa parte a pieno titolo degli eventi del cartellone del Natale ad Assisi, con tante iniziative per grandi e piccoli realizzate dalla locale Pro loco. Questo weekend, dal 13 al 15 dicembre 2019, arrivano i mercatini natalizi e la casa di Babbo Natale, zona progettata e allestita per ricevere bambini e famiglie che potranno vedere da vicino il simpatico vecchietto di rosso vestito.

L’inaugurazione è in programma alle 16 di venerdì 13, nella struttura coperta e riscaldata della Pro loco di Rivotorto, mentre sabato e domenica casetta e mercatini aprono dalle 10 alle 22. Saranno presenti una cinquantina di espositori, che proporranno in mostra-vendita prodotti tipici, di artigianato artistico, decorazioni e pensieri natalizi e hobbistica. All’esterno sono in programma scorribande musicali, giocolieri e animazioni a sorpresa, mentre all’interno i bambini potranno giocare con Babbo Natale nella sua casetta. Per i golosi, a pranzo e cena, in appositi stand, sarà possibile degustare piatti tipici locali, curati dai cuochi della Rassegna degli Antichi Sapori. Per informazioni e prenotazioni, 347.3790296 e 347.1159721.

Ma il Natale a Rivotorto è partito già lo scorso weekend, nel segno dell’Immacolata. Sabato l’accensione dell’albero di Natale allestito dalla Pro loco al centro della rotatoria del paese, domenica la messa solenne dell’Immacolata al Santuario di Rivotorto, seguita dal concerto della Banda Musicale di Rivotorto diretta dal Maestro Antonio Diotallevi. E non è mancata l’inaugurazione del presepio tradizionale allestito nel Sacro Tugurio all’interno del Santuario.

Perfetta ricostruzione di un paesaggio umbro, con i campi e gli alberi e, a fare da sfondo, la Rocca Maggiore di Assisi, il presepe di Rivotorto è un piccolo mondo in miniatura ricostruito con materiali naturali e tanta passione. “Lavoriamo un mese intero per realizzare quest’opera e siamo sempre felici del grandissimo riscontro di pubblico”, spiegano i volontari. “Siamo molto contenti se turisti e cittadini vengono a vedere il presepe: sotto la protezione di San Francesco, è stata realizzata un’opera differente dal solito, allestita all’interno del Sacro Tugurio, il luogo dove il Santo ha passato due-tre anni della sua vita, con i suoi compagni”, l’invito del parroco, padre Charles Baldacchino. “Da sempre il Tugurio offre al visitatore spunti di riflessione e meditazione e in questi giorni – concludono dal direttivo della Pro loco – accoglie il grande Presepio di francescana bellezza che, anche alla luce delle parole di Papa Francesco, vuole dare ai visitatori un messaggio di pace e serena fratellanza”. L’esposizione rimarrà visibile, negli orari di apertura del Santuario, fino alla settimana dopo l’Epifania.