BCC di Roma: ieri a Viterbo riunione con oltre 300 soci dell’Alto Lazio

Nei primi 9 mesi dell’anno erogati 109 mila euro alle comunità locali delle 15 agenzie del territorio, per 176 iniziative di beneficenza e promozione sociale

NewTuscia – VITERBO – Si è tenuto ieri, 5 dicembre, presso l’Hotel Terme Salus di Viterbo, l’incontro della Banca di Credito Cooperativo di Roma con i soci dell’Alto Lazio.

L’evento è stato il sesto degli appuntamenti del ciclo di riunioni locali 2019-2020, tradizionali momenti di incontro della Banca con i suoi 35.000 soci. Tali eventi rappresentano una preziosa occasione di confronto per parlare dell’attività della Banca e del suo radicamento sul territorio, con l’obiettivo di migliorare sempre più il servizio bancario e mutualistico. Nella riunione, rivolta a all’ampio bacino di oltre 4.300 soci delle 12 agenzie BCC Roma della provincia di Viterbo e di 3 della provincia di Roma, si è dato ampio spazio anche all’illustrazione del positivo andamento della Banca nei primi sei mesi dell’anno e dei nuovi prodotti per soci e clienti.

Il Sindaco di Viterbo Giovanni Arena ha portato il saluto dell’amministrazione comunale, ricordando il ruolo “tranquilizzante” della BCC di Roma verso il territorio, le famiglie e le imprese e come, col suo modo di operare, la banca stessa abbia conquistato tanta clientela locale. Ora si tratta di semplificare ancora di più le procedure creditizie, come del resto la banca sta facendo. Infine, ha annunciato un progetto di promozione del territorio con l’obiettivo di realizzare in partnership con la Camera di Commercio una “cinque giorni” fieristica di rilevanza nazionale per la valorizzazione dei prodotti enogastronomici del viterbese.

“Questi incontri rappresentano la vocazione e la natura della nostra banca, vale a dire la sua attenzione alle esigenze del territorio di appartenenza – ha dichiarato Francesco Liberati, Presidente di BCC di Roma – e la nostra Banca – ha aggiunto – deve rimanere saldamente incardinata nel rapporto con soci e clienti, un rapporto che va reso sempre più forte con il supporto del Gruppo Iccrea in termini di prodotti e servizi”.

A proposito del nuovo contesto nazionale del credito cooperativo, che vede BCC Roma parte del Gruppo Cooperativo Iccrea, Liberati ha ribadito che la Banca terrà sempre fermi i suoi valori mutualistici e cooperativistici, senza snaturare la sua storica missione a favore delle comunità locali.

Dopo l’intervento del Direttore Generale, Roberto Gandolfo, a illustrazione del positivo andamento aziendale e del preconsuntivo 2019, e del Vicedirettore Francesco Petitto sulle novità commerciali offerte a soci e clienti,  Il Vicepresidente Vicario Maurizio Longhi, esponente della comunità viterbese, ha fatto il punto sugli strumenti di supporto sociale e solidaristico della Banca, ricordando in particolare il ruolo dei 24 Comitati Locali dei soci che operano nella gestione del cosiddetto budget sociale che, ogni anno, il Consiglio di Amministrazione della Banca mette a disposizione per sostenere le organizzazioni moralmente impegnate nella solidarietà, nell’assistenza e nella promozione locale. Nei primi 10 mesi dell’anno – ha sottolineato – sono stati erogati 109 mila euro alle comunità locali delle 15 agenzie del territorio, per 176 iniziative di beneficenza e promozione sociale. L’attività sociale e mutualistica – ha concluso – è imprescindibile per la Banca anche se vanno individuate modalità allocative delle risorse più efficaci. Infine, ha ricordato l’importanza dell’ampliamento della compagine sociale per rafforzare ancora di più la Banca.

La Banca di Credito Cooperativo di Roma è la prima banca di Credito Cooperativo in Italia. Fondata nel 1954 con il nome di Cassa Rurale ed Artigiana dell’Agro Romano, opera nel Lazio, nell’Abruzzo interno e in cinque provincie del Veneto con 189 agenzie e 20 tesorerie. I soci sono oltre 34.500.

BCC Roma fa parte del Gruppo Bancario Iccrea, il più grande gruppo bancario cooperativo italiano con 140 Banche di Credito Cooperativo, dislocate su 1.700 comuni in una rete di oltre 2600 sportelli, con più di 4 milioni di clienti, 750 mila soci, attivi per 153 miliardi di euro e fondi propri per 11 miliardi di euro. Il Gruppo si colloca in Italia al terzo posto per numero di sportelli ed al quarto per attivi.

In base alla classifica stilata da Mediobanca ad ottobre 2018, BCC di Roma si è classificata al primo posto tra le banche di Credito Cooperativo per totale attivo, impieghi, raccolta, patrimonio netto, utile netto, numero sportelli.

Negli ultimi dieci anni i volumi intermediati hanno mostrato una dinamica di crescita continua: la raccolta e gli impieghi sono aumentati rispettivamente dell’80% e del 120%.

Nel 2018 BCC Roma ha erogato 1,8 milioni di euro attraverso 24 Comitati Locali a favore di iniziative di beneficienza e sponsorizzazione sociale. Queste risorse sono state destinate ad interventi di carattere sociale, culturale, assistenziale, sportivo, di tutela dell’ambiente, con lo scopo di migliorare la qualità della vita dei cittadini delle comunità di riferimento.

La Banca nella sua attività si ispira ai principi fondanti della cooperazione, quali la mutualità e la solidarietà, che si concretizzano nell’orientamento al cliente e nel radicamento sul territorio di riferimento, contribuendo a promuovere il benessere delle comunità dove opera e il loro sviluppo economico e culturale attraverso un’attiva azione di responsabilità sociale.

Banca di Credito Cooperativo Roma