“Ecocentrico”, a Bassano in Teverina un evento mensile sui temi del riuso e del riciclo

loading...

NewTuscia – BASSANO IN TEVERINA – Una nuova festa ecologica a Bassano in Teverina: domenica 24 novembre 2019 parte “Ecocentrico“, iniziativa che vuole diventare un punto di ritrovo ogni quarta domenica del mese per artigiani, artisti, musicisti, performer e ovviamente visitatore. Cornice di “Ecocentrico” è il suggestivo borgo di Bassano in Teverina, caratterizzato dalla Torre dell’Orologio, dalla chiesa di Santa Maria dei Lumi (XII secolo), dalla Fontana Vecchia del XVI secolo e dall’antico lavatoio. Il borgo stesso è protagonista interattivo di un evento in cui i tempi del riciclo e del recupero dei materiali si intrecciano con il buon mangiare e bere, con la musica e con l’arte.

All’evento parteciperà, ad esempio, Fornace77, laboratorio di arte e mestieri di Andrea Micheletti e Alessia Dionisi con sede a Bassano in Teverina, dove il vetro destinato ad essere buttato viene usato per dare vita a nuove realtà fisiche. Ma non solo vetro, anche quadri, stampe, arredi e gioielli. Il Laboratorio Linfa è invece un gruppo di artigiani dislocati tra Lazio, Puglia e Marche. Nato nel 2004, il laboratorio utilizza scarti di il legno e sostanze atossiche per la realizzazione di mobili di design, allestimenti e installazioni. Nel 2014 il gruppo ha vinto il premio europeo “Design in Upcycling” ed è stato premiato a Bruxelles dalla Commissione Europea. Non mancheranno, tra gli altri, il pittore e scultore romano trapiantato a Bomarzo Tommaso Cascella; l’artista e musicista Plank Guitars, che riutilizza vecchi oggetti in disuso, soprattutto in legno e alluminio, per creare chitarre fatte a mano e altri strumenti; Vanessa Fiaschi, in arte Sul Filo di Arianna, esporrà le sue creazioni all’uncinetto realizzate secondo la tecnica giapponese Amigrumi; Lucilla Catania, artista che da anni lavora nella riqualificazione delle aree archeologiche e direttrice di “Sculture in campo“, il parco di scultura contemporanea sito in località Casetta Lola a Bassano in Teverina.

L’Associazione Stelle Cadenti ospiterà invece una mostra di arte contemporanea sulla Palestina. Con l’occasione verrà presentato il libro “Palestina terra di miracoli” di Miriam Marino, con all’interno disegni realizzati da bambini palestinesi. Il Laboratorio dei Sogni crea invece allestimenti con materiali ecosostenibili naturali, riciclati o coltivati. Borse, pochette e bracciali realizzati interamente a mano e con materiale di riciclo saranno presentati invece da Ritatalia Preziosismi. Il Gruppo Archeologico Bassanese, infine, guiderà i visitatori all’interno della Torre dell’Orologio, raro esempio di torre dentro una torre, e attraverso diversi sentieri archeo-naturalistici.

Non mancherà la partecipazione di produttori locali, come l’azienda agricola Spiga Nocciole che presenterà creme spalmabili, oli e dolci a base di nocciola, e l’azienda biologica di Nicola Pacella che produce il pregiato fungo Cardoncello. L’Ateneo della Birra, invece, propone una selezione di birre artigianali. Ci saranno poi diversi stand con formaggi locali a chilometro zero, panini, piatti caldi della tradizione culinaria locale, distillati, cocktail e bevande calde. Il cibo e le bevande si pagheranno con la moneta ufficiale dell’evento, l’eco. Un euro vale un eco e sarà possibile cambiare i soldi in appositi Ecomat. La festa inizia la mattina alle ore 10 con l’apertura dei laboratori e atelier e continuerà per tutto il giorno. L’atmosfera diventerà più frizzante poi nel pomeriggio grazie all’esibizione di artisti teatrali, della band reggae Jahmila e del noto dj Luca Abati.