Infanzia. Disostruzione e tecniche salva-vita, approvata all’unanimità la legge a firma Daniele Giannini (lega)

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.

Dopo 9 mesi dalla sua prima discussione in commissione Sanità, è stata approvata oggi, dall’aula del Consiglio regionale del Lazio, all’unanimità, la Legge sulla Disostruzione proposta dal consigliere regionale della Lega, Daniele Giannini. Il Testo, composto da 11 articoli, mira ad evitare le morti classificate come ‘accidentali’ nei bambini da 0 a 4 anni (ma nel complesso da 0 a 14) che avvengono per soffocamento causato da inalazione di cibo o di corpi estranei (secondo l’Istat, nell’ultimo biennio ha causato il 27% delle morti).

“Ringrazio l’aula del Consiglio regionale – ha poi dichiarato lo stesso Giannini – per aver votato all’unanimità proprio oggi che ricorre la Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia, un Testo che mi auguro possa salvare da domani molte vite grazie ai tanti interventi massicci di prevenzione che saranno messi in campo nonché ai corsi di formazione e aggiornamento che saranno gestiti direttamente da soggetti iscritti nel registro degli enti dell’Ares 118 (agenzia regionale per l’emergenza sanitaria)”.

“La legge – spiega inoltre Giannini –  mira ad estendere la platea a cui sono destinati gli interventi. Si passa infatti dal personale docente e non docente delle scuole (ivi compresi asili nido e scuole dell’infanzia), nonché dagli addetti alla ristorazione e alla sicurezza dei centri commerciali e dei luoghi frequentati da bambini”. La copertura finanziaria, al momento, sarà pari a 200 mila euro per il prossimo biennio e sarà finalizzato, soprattutto, alla promozione delle tecniche salvavita attraverso campagne di comunicazione e appositi corsi di formazione e aggiornamento rivolti anche ai genitori.