Incidente agricolo a Soriano nel Cimino, i due indagati sono pronti a ricorrere al Riesame

loading...

NewTuscia – SORIANO NEL CIMINO – Lo scorso 13 novembre il 29enne Dumitru Botan è morto nei boschi di Soriano nel Cimino, schiacciato dalle lamiere della trattrice gommata sulla quale lavorava; il terreno era in forte pendenza e il giovane di origine rumena, non era abilitato a guidare quel mezzo. Dopo un volo di 60 metri è morto sul colpo, schiacciato dal mezzo. Secondo l’accusa, i due imprenditori 40enni Dante Presciutti e Zekir Mahmuodov, titolari dell’azienda in cui lavorava Dumitru, non avrebbero provveduto a corsi di sicurezza e formazione al giovane operaio; gli imprenditori sono quindi accusati di omicidio colposo.

Gli avvocati difensori Roberto e Francesco Massatani e Samuele De Santis, tuttavia, sostengono la tesi contraria: Dumitru aveva i ottenuto, negli anni precedenti, i requisiti necessari per lavorare con in quelle condizioni. Attualmente, i due imprenditori sono agli arresti domiciliari, e si dichiarano pronti a ricorrere al Riesame.