Vicenda dello stabile a Bagnaia: rinviato a giudizio Antonio Mercanti

loading...

NewTuscia –  VITERBO – Con udienza del 31 ottobre 2019 davanti al giudice Giacomo Autizi promossa dalla Procura della Repubblica in persona del PM Dott. Massimiliano Siddi, viene rinviato a giudizio il noto ingegnere Antonio Mercanti titolare dell’omonimo Studio Tecnico di Mercanti Ing. Antonio e Luigi di Viterbo, per i reati penali previsti e puniti:

1. dagli artt. 81 cpv; 481 cp in relazione dell’art. 359 cp, per avere, con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso, quale tecnico progettista e direttore dei lavori strutturali, esercente un servizio di PUBBLICA NECESSITÁ, incaricato da DAN.CO SAS di Borghesi Gloria (socio accomandatario) & Corsini Enrico ( socio accomandante) di redigere e presentare telematicamente, al competente ufficio del Genio Civile Regionale, la documentazione tecnica necessaria per pratica in sanatoria di uno stabile sito in Viterbo frazione Bagnaia.

2. Dagli artt 48 e 479 cp, per avere in qualità di tecnico progettista e direttore dei lavori strutturali, esercente un servizio di PUBBLICA NECESSITÁ, incaricato da DAN.CO SAS di Borghesi Gloria & C. di redigere e trasmettere telematicamente, al competente ufficio del Genio Civile Regionale, la documentazione tecnica NON CONFORME allo stato di fatto, così inducendo in errore il dirigente del Genio Civile Regionale a rilasciare parere favorevole ( POI
REVOCATO) sull’esito della pratica in sanatoria.

Andiamo ai fatti. Nel 2014, a seguito di lavori di straordinaria manutenzione, il tecnico incaricato dal Condominio per le verifiche del caso, scopre un abuso edilizio. Ripetuti incontri tra Dan.Co. S.a.S e Condominio portano inevitabilmente e necessariamente ad intraprendere un Procedimento di Mediazione
presso il Collegio dei Geometri di Viterbo, conclusosi con l’impegno del costruttore a farsi carico di tutti gli oneri ed incombenze relative all’ottenimento del certificato di agibilità e commissionare le pratiche tecnicoamministrative allo studio tecnico Ing Mercanti Antonio e Luigi di Viterbo.

Già dalle prime battute comincia a delinearsi quello che sarebbe stato l’iter “criminoso” ascritto. Alle trasmissioni telematiche a firma del professionista Ing. Antonio Mercanti, seguono segnalazioni supportate da perizie tecniche del CTP del condominio sulle irregolarità, non veridicità e non conformità della documentazione presentata. Ma a nulla vale ogni tentativo del condominio per regolarizzare, come giusto che sia la pratica in sanatoria, coinvolgendo anche la società costruttrice e committente Dan.Co. S.a.S, fino a che il condominio si è veduto costretto a presentare in data 18 gennaio 2017 alla Procura della
Repubblica presso il Tribunale di Viterbo una corposa denuncia esposto.

Si succedono indagini da parte dei Carabinieri Forestale Gruppo di Viterbo e, con il sopralluogo sul condominio del 22 gennaio 2018, viene accertato quanto dal condomino rappresentato e denunciato. Viene immediatamente revocato il parere favorevole espresso dal Genio Civile di Viterbo e con la fissazione dell’udienza preliminare dello scorso 31 ottobre, viene rinviato a giudizio l’Ing Antonio Mercanti con prossima udienza al 14 maggio 2020.

Il condominio dallo scrivente rappresentato e con delega all’avv. Giovanni Labate, si costituisce parte civile nel procedimento 2887/17 R.G. GIP e 1685/17 R.G.N.R. NOTI. Una vicenda che poteva concludersi POSITIVAMENTE E SENZA RISVOLTI PENALI se gestita in maniera corretta e onesta(!!).

L’amministratore pro tempore
Bernabucci Rag. Sabatino