Situazione carcere Terni: solidarietà sindaco ad agenti

NewTuscia – TERNI – (Ufficio Stampa/Acot) – “Esattamente un mese fa Matteo Salvini era nel carcere di Terni per incontrare e ascoltare con orgoglio e rispetto gli agenti di polizia penitenziaria che fanno uno dei lavori più difficili e meno tutelati”. “Oggi, purtroppo – dice il sindaco Leonardo Latini – le notizie che arrivano dalla casa circondariale di Sabbione sono preoccupanti e ci riferiscono di una situazione che rischia di divenire insostenibile, a causa di atteggiamenti e comportamenti violenti di alcuni detenuti”.
“Per questo, oltre ad esprimere piena solidarietà agli agenti e al personale impegnato nel carcere di Terni, m’impegnerò in prima persona per capire quali siano i problemi da risolvere, così da intervenire sui nostri parlamentari che si sono già mobilitati a partire dagli onorevoli Caparvi e Saltamartini, per segnalare la situazione al ministro competente, chiedendo conto dei fatti di Terni e proponendo interventi immediati per evitare ogni ulteriore degenerazione”.

Il sindaco Latini ha sentito stamattina il direttore della casa circondariale e sta valutando con lui una visita al carcere di Sabbione per verificare di persona la gravità dei fatti che stanno accadendo e concordare possibili interventi.