Stupro all’Old Manners, Licci e Chiricozzi chiedono il rito abbreviato

NewTuscia – VITERBO – Riccardo Licci e Francesco Chiricozzi, i due ex giovanissimo esponenti di CasaPound accusati dello stupro ai danni di una 36enne viterbese , chiedono il rito abbreviato, che eventualmente in caso di condanna, al processo a porte chiuse prevede lo sconto di un terzo della pena. Gli avvocati depositeranno in mattinata la richiesta e se il procedimento sarà accolto accusa e difesa non potranno mettere agli atti ulteriori prove oltre a quelle già presentate.

La violenza ripresa con i cellulari sarebbe stata consumata l’11 aprile nel club del groppo politico, di cui i due avevano le chiavi. Dopo essere stati arrestati il 29 aprile Licci e Chiricozzi sono rimasti per cinque mesi a Mammagialla, ottenendo poi gli arresti domiciliari con l’obbligo del braccialetto dal 12 settembre, una volte chiuse le indagini. La data della prima udienza è fissata per il 26 novembre.