Operazione contro lo spaccio di shaboo: 5 arresti e 11 denunce

NewTuscia – VITERBO – Spaccio di shaboo: 5 arresti e 11 denunce. Da stamattina è in corso una vasta operazione dei Carabinieri di Ronciglione che stanno eseguendo 16 misure cautelari nei confronti di una serie di spacciatori asiatici che hanno ripetutamente tentato di portare nella Tuscia  e a Roma lo shaboo, una droga tremenda che colpisce direttamente le funzioni cerebrali e l’apparato neuronale della persona che si droga. Si tratta di una droga sintetica come l’ecstasy ma con effetti più devastanti, tanto da essere definita Droga del Kamikaze visto l’uso che nella seconda guerra mondiale ne facevano i piloti che si andavano a schiantare.

E’ in corso un’attività d’ampio raggio tra la Tuscia e Roma. L’operazione, che è coordinata dalla Procura di Roma, vede impegnati anche i Carabinieri di Ronciglione. Per ora gli arrestati hanno in comune l’essere disoccupati e appartenere per lo più alla fascia dei trentenni. Uno di loro, in seguito alla decisione del Gip sarebbe stato rimpatriato nelle Filippine mentre un altro risulta irreperibile.

Le operazioni di queste ore derivano da anni di indagini. Italiani, nigeriani e filippini avevano messo su il giro con l’intento di smerciare nei tratti più disparati tra il la capitale e la città dei Papi.