Il Sodalizio oggi piange la perdita di una delle sue colonne portanti, Massimo Taratufolo

loading...

NewTuscia – VITERBO – Il Sodalizio oggi piange la perdita di una delle sue colonne portanti; dopo la mezzanotte il nostro caro Massimo Taratufolo, dopo un male inesorabile contro cui ha lottato come un vero leone, ci ha lasciati per raggiungere la casa del padre, accompagnato per mano dalla nostra, dalla sua Rosina a cui è stato sempre particolarmente devoto.

Facchino dal 1977, Massimo ha dedicato con grande passione buona parte del suo tempo al Sodalizio, rivestendo vari ruoli sia come Facchino prima e sapiente Guida poi, sia ricoprendo cariche sociali. Ciuffo di lungo corso ha avuto il compito di svezzare molti neofiti del ruolo, sempre con grande capacità e con grande generosità.

Insieme al fratello Franco, anche lui facchino dal 1979 ha rappresentato la quintessenza della tradizione famigliare da quando il figlio Alessandro dapprima l’altro figlio Leonardo successivamente sono diventati Facchini, così come i nipoti Francesco e Marco figli del fratello.

Ed è proprio l’attaccamento e la passione verso il Sodalizio che fanno del nostro Massimo un fulgido esempio che tutti dovrebbero seguire. Un esempio di una figura ed un nome che rimarranno scolpiti a carattere cubitale nelle pagine del libro del Sodalizio.

Per tutto questo dobbiamo ringraziare Massimino per averci reso migliori e per aver donato al Sodalizio, alla comunità festiva e a Viterbo la sua opera preziosa.

Domani 25 settembre 2019 alle ore 15 presso la Basilica di Santa Rosa svolgeranno le esequie alla presenza del labaro, della Bandiera e del picchetto in divisa.

Alla moglie Maria Grazia, ai figli Alessandro e Leonardo, al fratello Franco e a tutti famigliari va la più sentita vicinanza del Consiglio Direttivo e di tutti i Facchini.

Grazie Massimino, è stato un grande onore conoscerti e averti con noi