Venivano fatti entrare illegalmente in Italia e finivano a Gallese: scoperto un business illecito dalla Procura di Viterbo

loading...

NewTuscia – GALLESE – Arrivavano dal Pakistan e  dal Bangladesh; passavano per la Bulgaria ed infine venivano dirottati in Italia, a Gallese. Questo il giro illegale – che, tra il 2012 e il 2015- aveva permesso di mettere su un vero e proprio business, che ha permesso di far entrare extracomunitari in tutta Europa. Venivano anche creati falsi documenti di cessione di fabbricati e comunicazioni di assunzione: tutto per permettere di ottenere il permesso di soggiorno.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Viterbo, hanno portato alla luce questo traffico illecito messo in atto da una banda di sette persone, tutte straniere. Il loro capo in particolare, originario del Pakistan, avrebbe contatti con altri malviventi all’estero.