Anello di fidanzamento, guida alla scelta

loading...

NewTuscia – È un momento solenne nel quale si va a sancire un legame in modo duraturo; un passaggio ufficiale, che solitamente precede le nozze, e che affonda le proprie radici in una lunga tradizione molto sentita soprattutto nel nostro paese.
La scelta dell’anello di fidanzamento da regalare alla propria amata deve essere portata avanti con la massima attenzione. D’altra parte l’anello di fidanzamento è una promessa, una proposta di matrimonio e quindi un simbolo che suggella un legame che si vorrebbe durasse per la vita intera.
Partendo da questi presupposti, quali sono le accortezze che si dovrebbero seguire per la scelta? Quali aspetti devono essere valutati al momento dell’acquisto?

Aspetti da valutare per l’acquisto

Al primo posto ovviamente, il budget: fermo restando che si sta comprando un anello, e quindi certe caratteristiche devono comunque essere presenti, a fare la differenze sono le capacità economiche di ciascuno.
Per abitudine uno degli anelli più acquistati quando si procede ad acquisto per questo evento è il solitario con diamante: un gioiello speciale, certificato, sempre in grado di garantire un impatto notevole soprattutto agli occhi di chi lo riceve.
È importante optare per gioielli di qualità, quindi il consiglio è di fare la massima attenzione alle pietre. Il solitario può poi essere personalizzato con diverse tipologie di montatura che possono essere create appositamente per le esigenze più disparate.

Classificazione del diamante

Un aspetto da non tralasciare è quello relativo alla classificazione del diamante, che avviene secondo quattro fattori: taglio, colore, purezza e peso. Per il taglio, può essere rotondo, ovale, a goccia, personalizzato a fantasia.
L’aspetto del colore è fondamentale e va da una scala che parte da D, migliore qualità, e arriva alla Z, con colorazione molto intensa. Legato a questo parametro vi è poi il discorso relativo alla purezza: più un diamante è puro e più sarà pulito, senza elementi di disturbo che ne ostacolino i riflessi della luce.
Una volta scelto il modello, al momento dell’acquisto, è bene farsi consegnare il relativo certificato gemmologico all’interno del quale devono essere riportate tutte le diverse specifiche tecniche del diamante scelto.