Sagra degli Gnocchi, dall’11 al 18 agosto appuntamento con la musica e la buona cucina

di Serena Biancherini

NewTuscia – SAN LORENZO NUOVO – Un periodo fiorente di iniziative sociali e culturali quello che ruota attorno alla festa del santo patrono del paese; oltre alle doverose celebrazioni religiose per San Lorenzo Martire con la Messa e la Processione il 10 agosto, hanno avuto luogo anche eventi musicali nel corso della settimana che hanno accompagnato sanlorenzani e turisti fino alla quarantaduesima Sagra degli Gnocchi. Grande partecipazione finora ha accolto le iniziative in un programma che non è neppure a metà.

Questa mattina, nel paese vestito dei colori delle bancarelle arrivate per la tradizionale fiera, si respirava già quell’aria di attesa che solletica le fantasie dei bambini con scorci di visioni di giostre e stand, e finisce per diventare più palpabile anche per gli adulti quando la band di turno sul palco inizia ad accordare gli strumenti nel tardo pomeriggio.

Qualche nota qua e là, lo stralcio di qualche canzone provata  e le intelaiature dei gazebo appena finite da montare nella piazza e nella via principale, mentre le cucine – punto nevralgico della manifestazione,- vengono approntate nella piazzetta sul retro, danno un’idea dell’atmosfera che avvolgerà  San Lorenzo Nuovo da stasera fino al 18 agosto.

La sagra nostrana è organizzata dallo sforzo congiunto di Amministrazione comunale, Associazione Pro San Lorenzo e da un buon numero di volontari. La novità di quest’anno prevede  anche l’esposizione in appositi stand del ciclo di sviluppo della patata, il tubero alla base del menù composto da gnocchi, salsicce, prosciutto e melone, patatine fritte, cocomero, cotiche e fagioli. Gli stand saranno aperti tutte le sere dalle 19.00, ad eccezione del giorno di Ferragosto in cui sarà possibile anche pranzarvi dalle 12.30 alle 14.00.

Il ciclo di eventi terminerà lunedì 19 con lo spettacolo musicale “Il meglio del Mini Festival di Viterbo”, in piazza alle 21.30, ma intanto torniamo alla manifestazione che sta per iniziare e con la benedizione di Don Ugo delle cucine iniziamo la sagra: con spirito di collaborazione.