NewTuscia – TERNI – (Ufficio Stampa/Acot) – Anche il Comune di Terni, attraverso il suo gonfalone e il vicepresidente del consiglio Devid Maggiora, ha partecipato alle commemorazioni per strage di Bologna, l’attentato che il 2 agosto del 1980 ha sconvolto l’Italia procurando 85 morti tra cui il nostro concittadino Sergio Secci.

Il sindaco Leonardo Latini si unisce nel ricordo di questi drammatici eventi esprimendo vicinanza alla famiglia Secci e, come ha sottolineato il capo dello Stato Sergio Mattarella, augurandosi che si faccia finalmente luce sulle zona d’ombra che ancora persistono, nonostante siano trascorsi trentanove anni.