NewTuscia – SUTRI – Qualcuno mi spieghi questa contraddizione evidente. Anche l’opposizione se vuole, visto che si fa vanto di aver finalmente ottenuto la tanto desiderata raccolta differenziata porta a porta.
Raccolta che comunque non partirà prima dell’inizio del nuovo anno, quando con molta probabilità questa amministrazione sarà già caduta e avrà lasciato di sé soltanto macerie economiche e un pessimo ricordo.
Mi spieghi il Sindaco di Sutri adesso, dopo l’insensata guerra civile sui “vasi di plastica” per piante e fiori, che sono “color terracotta”, come la mettiamo con i contenitori della differenziata, che certo non sono delle opere d’arte né dei capolavori d’estetica, e soprattutto sono di plastica colorata, non “color coccio”, messi davanti a ogni portone d’abitazione nel paese.
Chiedo ancora una volta a gran voce le sue dimissioni, e con lui quella dell’intera sua giunta osservante senza mai fiatare ogni suo comando, ubbidiente in silenzio a ogni suo volere. Ancora una volta dico: Dimettetevi tutti e liberate il paese da questa rovina!
Candida Pittoritto 
Civiltà Italiana