Anche il consiglio comunale di Pastena (Fr) approva la mozione sulle marocchinate

NewTuscia – VITERBO – Dopo il Comune di Pontecorvo (FR) e la Provincia di Frosinone, anche il consiglio comunale di Pastena (FR) ha approvato la delibera nella quale si chiede di istituire una giornata in ricordo delle vittime delle cosiddette “marocchinate”, gli stupri di guerra compiuti dai soldati alleati contro la popolazione civile italiana nel 1943-1944.

Anche Pastena venne colpita da questo terribile flagello. L’associazione nazionale vittime delle marocchinate, presieduta da Emiliano Ciotti, ha accertato che le truppe coloniali francesi nel piccolo comune dei Monti Ausoni si macchiarono di 3 omicidi e 45 casi di violenza: la più piccola aveva appena 13 anni.

Anche per questo,  ieri pomeriggio il consiglio comunale di Pastena ha reso omaggio alle vittime delle “Marocchinate”, votando all’unanimità una mozione che le ricorda.

“Ringraziamo il Sindaco Arturo Gnesi, il consiglio comunale, in particolare il consigliere Piero Bartolomucci, e tutta l’amministrazione – dichiara Emiliano Ciotti, presidente dell’ANVM – siamo certi che altri Comuni seguiranno l’esempio di Pontecorvo, di Pastena e dell’amministrazione provinciale di Frosinone.

Quest’anno si celebra il 75° anniversario delle vergogna delle marocchinate – conclude Ciotti – la giusta occasione per ricordare le vittime civili con l’istituzione di un Giorno della Memoria per le donne che furono violentate e uccise dai soldati alleati.”

ANVM, associazione nazionale vittime delle marocchinate.