di Serena Biancherini

NewTuscia – VITERBO – Voli low cost dal Belgio all’Italia sono le modalità di trasporto della droga da parte della banda sgominata dalla Dda di Roma lo scorso giovedì.

Un traffico di cocaina da Bruxelles a Fiumicino, per poi passare nelle piazze viterbesi, caratterizzato da viaggi brevi e numerosi che effettuavano a turno, almeno secondo le forze del’ordine, Julian Tare, Bledar Shtembari e Renato Hasa, arrestati ora insieme ad altri nove imputati.

La banda italo albanese dal 2016 si sarebbe valsa di queste misure per importare la droga, affidandola poi ai vari pusher che rivendevano a loro volta secondo regole e gerarchie prestabilite, a volte consegnandola a domicilio, altre portandola in luoghi precedentemente fissati, come ad esempio lo Star Night a Viterbo e la discoteca a Canepina Due Cigni. Il quantitativo non venduto immediatamente, veniva nascosto tagliato e imbustato in luoghi di campagna.