Presidio davanti al carcere Mammagialla di Viterbo

NewTuscia – VITERBO – Riceviamo e pubblichiamo.

Il giorno 25 maggio 2019 alle ore 15.00 l’associazione Antigone Lazio, l’associazione Matricola, lassociazione Acad e il collettivo Amiche e Amici di Eneas si riuniranno in un presidio convocato davanti al carcere Mammagialla di Viterbo in seguito ai gravissimi fatti perpetrati all’interno della struttura negli ultimi mesi.

Il carcere Mammagialla di Viterbo è stato oggetto nell’ultimo anno di numerosi fatti di cronaca per le condizioni dell’istituto e dei detenuti, in particolar modo i suicidi diAboulfetouth Mahomoud, ragazzo di 20 anni, avvenuto il 9 gennaio 2018, di Andrea Di Nino, 36 anni, avvenuto il 21 maggio dello stesso anno, e di Assan Sharaf, 21 anni, avvenuto il 30 luglio sempre dello stesso anno.Sono numerosi i pestaggi e altri abusi denunciati a più riprese da vari detenuti attraverso lettere private scritte dentro la struttura e rese note all’opinione pubblica grazie all’intermediazione dell’associazione Antigone.

Verrà inoltre richiesta una revisione legislativa che coinvolga il sistema carcerario italiano nella sua totalità, i cui impressionanti dati sul numero dei suicidi sono rivelatori di una situazione di violazione dei diritti umani vissuta da detenuti e detenute quotidianamente.

Collettivo Amiche e Amici di Eneas