Nostra intervista esclusiva alla presidente Giovanna Cavarocchi sui 25 anni di Auser Viterbo

di Stefano Stefanini

NewTuscia – ORTE – La trasmissione “Fatti e Commenti”, condotta da chi scrive e dal collega Gaetano Alaimo in onda su Teleorte, e visibile su www.teleorte.it e su www.newtuscia.it Web Tv, ospita un’intervista esclusiva alla presidente Giovanna Cavarocchi sui 25 anni di Auser – Associazione per linvecchiamento attivo  – di Viterbo: sullimpegno crescente per qualità della vita degli anziani, il contrasto alla discriminazione, alla violenza di genere su anziani fragili e donne e sul dialogo generazionale.

L’Auser di Viterbo festeggia i 25 anni di attività.  Il 10 dicembre 1993 nasceva l’Auser di Viterbo che in questi 25 anni si è attivata per migliorare la qualità della vita degli anziani, contrastare la discriminazione e la violenza di genere, in particolare nei confronti degli anziani fragili e delle donne di tutte le età, promuovere la solidarietà e sviluppare lo scambio generazionale.

Per celebrare i primi venticinque anni Auser Viterbo ha realizzato una mostra dal titolo: lAuser in cammino: i suoi primi 25 anni, allestita presso la Sala della ex Chiesa degli Almadiani  fino al 12 maggio.

L’iniziativa non ha avuto soltanto l’obiettivo di ricordare le attività e i sogni realizzati in questo primo quarto di secolo, ma anche e soprattutto di raccogliere nuove sfide, rispondere a nuovi e vecchi bisogni, continuare a dare il contributo dell’Associazione a migliorare la qualità della vita degli anziani e delle fasce più deboli della società.

Durante queste giornate abbiamo organizzato degli eventi legati ai temi del nostro impegno.

Per concludere il percorso  l’11 maggio, si è tenuta la Tavola Rotonda condotta dalla presidente dell’Auser Viterbo Giovanna Cavarocchi, alla quale hanno partecipato E. Costa (Presidente Auser Nazionale), P. Nocchi (Presidente Provinciale), F. Sciamanna (Dirigente CPIA 5-Centro per l’istruzione degli adulti), A. Sberna (Assessore servizi sociali Comune Viterbo), S. Pomante (Segretaria CGIL Viterbo Roma Nord Civitavecchia), M. Perinelli (Segretaria SPI-CGIL  Viterbo Roma Nord Civitavecchia) e che si è conclusa con la consegna di una targa ad Auser Viterbo per festeggiare i suoi 25 anni.

Dopo gli  Appuntamenti del 6 maggio “Alzhauser Caffè, l’Aure di Viterbo ha voluto “toccare con mano la fragilità” e dell’ 8 maggio con la premiazione dei sei vincitori della quarta edizione del concorso letterario e grafico “Donna anziana rimasta sconosciuta: dare e ricevere cura e amore.

Il  10 maggio è stata la volta di  “Nonno, raccontami una storia…”

La presidente provinciale di Auser, Giovanna Cavarocchi, invitando la cittadinanza alla partecipazione, ha precisato  che  “Questo laboratorio prevede una prima fase caratterizzata dalla narrazione di una storia. La parte di un nonno che cerca di far scoprire ai bambini se stessi e gli altri con lo scopo di favorire l’integrazione.

La seconda fase invece prevede l’elaborazione artistica e creativa del racconto da parte dei piccoli uditori. L’apprendere giocando e il confronto generazionale rendono così speciale la mattinata ai bambini partecipanti!”

Alla manifestazione hanno partecipato i bambini delle classi III, IV e V elementare della scuola L. Fantappiè. I prodotti artistici dei partecipanti sono rimasti esposti al pubblico  fino a sabato 11 maggio.