Fdi-Civita: “Ennesimo incendio all’ex-Andosilla ecco la risposta al rilancio del centro storico”

loading...

NewTuscia – CIVITA CASTELLANA – Riceviamo e pubblichiamo.

Negli ultimi giorni di campagna elettorale, quelli più serrati, si moltiplicano gli incontri e le iniziative del candidato sindaco del centrosinistra che, mai come ora, si dimostra aperto ai cittadini e ricco di consigli, proposte e suggerimenti su come migliorare Civita Castellana.

Una sorta di ricetta magica con la quale guarire tutti i mali che, almeno da dieci anni, ovvero da quando governa appunto il centrosinistra, affliggono la nostra bella città.

Si spazia in tutti i campi e, per ognuno, viene offerto il rimedio miracoloso.

In rapida successione sono stati organizzati dibattiti aperti in ordine cronologico a partire da: rilancio del settore ceramico così commentato: “Alla presenza di sindacati, di associazioni di industriali, della Federlazio, della Confindustria Ceramica , l’assessore alle politiche sul lavoro della Regione Lazio Claudio Di Beradino e i consiglieri regionali hanno manifestato una concreta vicinanza alle problematiche lavorative di Civita Castellana e garantito la possibilità di adattare le enormi opportunità contenute nei bandi regionali alle specifiche esigenze della nostra cittadina. Questa sinergia tra il nostro comune e la Regione Lazio, sarà decisiva per uscire definitivamente dalla crisi….”

E qui sorge spontanea la prima domanda: in Regione gli amici degli amministratori governano da oltre un anno, come mai si sono accorti solo ora della profonda crisi che attanaglia uno dei settori più importanti della nostra economia?

Lo stesso interrogativo sorge spontaneo dopo l’incontro organizzato, sempre con i vertici regionali, sull’ospedale: una struttura che rappresentava un fiore all’occhiello nella sanità laziale e che è stata progressivamente smantellata dal presidente Zingaretti che ora proporrebbe una terapia eccezionale per il suo risanamento.

Ultima perla del candidato sindaco, l’incontro sul rilancio del centro storico, martoriato dalle misure e dai provvedimenti adottati dalla stessa giunta di cui lui stesso fa parte, addirittura in veste di assessore.

Dopo l’ennesimo incendio all’ex-Andosilla, il quarto in un mese, ci si chiede cosa aspetti l’amministrazione ad evacuare lo stabile sul quale pende un’ordinanza di sgombero della Regione.

Le proposte per la valorizzazione del centrosinistra dimostrano tutta l’incoerenza di una politica che prende le distanze da se stessa: Civita merita un nuovo inizio, ora la palla passa ai cittadini.

 

Fratelli d’Italia – Civita Castellana