“Sapore di integrazione” a Pratogiardino a Viterbo

NewTuscia – VITERBO – Nella giornata di domani, venerdì 19 aprile, si terrà presso Prato Giardino Lucio Battisti un incontro organizzato dalla Cooperativa Gea Onlus in collaborazione con l’Associazione Amici di Galiana: la festa di chiusura del laboratorio di cucina interculturale “Sapore di integrazione”.

Si tratta di un incontro che rappresenta la conclusione di uno straordinario percorso che sta giungendo al termine ma, nello stesso tempo, un momento di riflessione condiviso che ha visto, come soggetti coinvolti, i ragazzi con disabilità e i richiedenti asilo politico ospiti del progetto di accoglienza della cooperativa Gea.

Il laboratorio ha messo in atto una serie di esperienze concrete che sono divenute buone pratiche riproducibili, contribuendo a migliorare il sistema di accoglienza e inclusione sociale.

“Sapore di integrazione” non è stato solo un laboratorio ma anche una guida alla scoperta di uno dei luoghi più belli e positivi di Viterbo, dove poter passare il proprio tempo confrontandosi attivamente con la società ospitante. Queste iniziative costituiscono importanti laboratori di coesione sociale, utili per creare compattezza ed aggregazione.

Oltre al laboratorio di cucina, è stato attivato in questi mesi un laboratorio agricolo: i ragazzi con disabilità, i volontari del servizio civile e i rifugiati si sono incontrati per far nascere un orto sociale; mentre si coltivavano piante e verdure nel centro della città, si sono sviluppate nuove connessioni ed affiliazioni contribuendo a dare nuova vitalità a Prato Giardino. L’orto interculturale rappresenta in maniera concreta i valori alla base del progetto, votati alla promozione dell’integrazione e dell’inclusione sociale.