Santa Severa. ASL ROMA 4 a scuola di coaching: “RiTratti sette direttori si raccontano”

NewTuscia – SANTA MARINELLA – Il 6 aprile a Santa Severa la Asl Roma 4, prima azienda sanitaria ad  aver voluto un corso integrato con il coaching, organizza l’evento “RiTratti: sette direttori si raccontano“: un doppio appuntamento Formativo- Istituzionale per  Direttori Generali Regionali Direttori Generali Aziende Sanitari, Assessorati alle Politiche Socio Sanitarie, Ambasciate Straniere su Roma.

L’evento è ospitato dal Castello di Santa Severa, spazio della Regione Lazio gestito da LAZIOcrea in collaborazione con Comune di Santa Marinella, MiBAC Coopculture.

Un incontro incentrato sulla tematica del potenziamento delle competenze di individui, di gruppi e di comunità, in particolare nell’implementazione delle misure nazionali previste in favore della cronicità. Sono previsti tavoli di lavoro con i direttori che hanno aderito al progetto “A scuola con le istituzioni” con la partecipazione di  Massimo Annicchiarico Direttore Generale AUSL Modena, Ida Grossi Regione Molise, Lorella Lombardozzi, Regione Lazio, Patrizia Magrini Direzione Sanitaria, Spallanzani I.R.C.C.S Roma, Annalisa Mandorino, Cittadinanzattiva, Roma, Narciso Mostarda Direttore Generale ASL Roma 6 e Giuseppe Quintavalle, Commissario straordinario ASL Roma 4.

L’evento è il momento conclusivo di un percorso  che si è svolto presso il Polifunzionale Alessandro Bastianelli di Bracciano sull’utilizzo del metodo IPACS durante il quale  i vertici aziendali si sono incontrati con i coach e sono stati guidati passo passo per sviluppare un piano di raggiungimento degli obiettivi, attraverso un percorso individualizzato e integrato, per sviluppare l’effettivo “valore sociale” per i singoli e per la collettività con l’intento di lanciare un nuovo modello organizzativo territoriale.

Un’esperienza all’avanguardia, innovativa a performante. In considerazione degli obiettivi  di cura che la Regione si prefigge di raggiungere in merito all’attuazione del piano nazionale cronicità, in questo senso la Asl Roma 4 vuole essere al passo con i tempi, anche attraverso percorsi di umanizzazione delle cure, di miglioramento degli aspetti relazionali e di comunicazione, sia verso l’esterno che all’interno dei sistemi di relazione tra i dipendenti. Sostanzialmente, – commenta Quintavalle-  si tratta di recuperare in termini di appropriatezza.”