Autonomie, Pica (Fiepet-Confesercenti): “Con riforma Roma depauperata”

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.
“Come Fiepet-Confesercenti siamo preoccupati dalla riforma sul regionalismo differenziato che sta approntando il Governo e che, allo stato dell’arte, prevede l’autonomia per le regioni Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. Una legge che rischia di depauperare la Città Eterna, non solo impoverendola ma incrementando il divario con le città di riferimento delle regioni interessate dalla riforma. Secondo alcune stime Roma potrebbe subire un taglio del Pil di almeno dieci punti percentuali in dieci anni.
Lo spostamento di risorse verso il nord, d’altronde, danneggerebbe anche l’offerta turistica della nostra città che invece ha grande bisogno di essere rilanciata. In questo modo, lo ‘spacca-Italia’ sarà un colpo mortale per Roma, quando alla Capitale d’Italia invece dovrebbero essere garantiti maggiori risorse e poteri speciali, al fine di renderla competitiva come le altre metropoli mondiali ed europee”.
E’ quanto dichiara in una nota Claudio Pica, Presidente di Fiepet-Confesercenti.