Incendio isola ecologica di Fabrica di Roma, Ricci (FdI): “Siamo sconcertati”

NewTuscia – VITERBO – Siamo sconcertati di fronte al recente incendio all’isola ecologica di Fabrica di Roma

È inaccettabile continuare a vedere scene come queste che si ripetono quasi quotidianamente. Abbiamo bisogno di serie proposte che possano invertire lo status dormiente e deficitario che interessa il panorama nazionale dei rifiuti.

In particolare modo, il Lazio  è carente di un piano rifiuti adeguato ed all’ altezza di una regione civile che vanta, oltre ai normali capoluoghi di provincia, anche la capitale d’Italia.

Tra le poche proposte, si parla ancora di isole ecologiche sparse per i vari comuni senza però che vi sia, allo stesso tempo, un piano adeguato di  controlli, gestione ed adempimenti normativi.  Sarebbe opportuno ripartire, oltre che da questo, anche da una seria incentivazione a consumare meno imballaggi, a ristabilire principi sani di un consumismo ecosostenibile.

E’ inutile cercare colpevoli o incidenti,  la vera responsabile di simili episodi è, e sarà sempre, una politica becera che non riesce a vedere più in là del proprio naso.

Il pensiero più grande, con molto rammarico, in veste di amministratore,  va a tutti quei cittadini che si impegnano a differenziare per non vedere mai calare le tasse ma, al contrario, ritrovarsi in casa una nube tossica.

Francesco Ricci
Responsabile dipartimento Protezione ed Ambiente
Fratelli d’Italia – Viterbo

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21