Fns Cisl Lazio, carceri tra carenza di personale penitenziario e aumenti detenuti

NewTuscia – ROMA – Riceviamo e pubblichiamo.

Purtroppo il quadro delle carceri del Lazio attualmente non risulta roseo.

Dobbiamo evidenziare come negli istituti penitenziari della regione mancano circa 400 unità di personale di polizia penitenziaria, rispetto alle dotazione organiche previste dal D.M. del 2017, Un dato preoccupante poiché in molti dei casi la carenza è soprattutto del ruolo sovrintendenti ed ispettori, ma anche del ruolo agenti/assistenti.

Preoccupano le condizioni in cui versano alcuni istituti Penitenziari. Ultimo visitato quello di Latina. Basti pensare che il personale deve ancora aprire i cancelli manualmente. Ci sono molte criticità , infatti, si è fermi all’inizio del novecento. In questi giorni nella regione si stanno svolgendo unitariamente varie proteste Rieti, Cassino, Viterbo. Un sit in svolto in data 20 Febbraio davanti al Prap Lazio, Abruzzo e Molise, anche solo dalla Fns Cisl Roma Capitale e Rieti.

Attualmente non si placa il sovraffollamento che risulta essere di 1.325  detenuti considerato che n. 6.583 risultano essere i detenuti reclusi nei 14 Istituti del Lazio, dato 28 febbraio 2019, rispetto ad una capienza regolamentare di  detenuti prevista di n. 5.258 .

Preoccupa il sovraffollamento negli istituti di: Viterbo (+181) ; CC Cassino  (+114); CC Frosinone (+103); NC Civitavecchia ( +172); CCF Rebibbia ( +106); NC Rebibbia ( + 387); CC Regina Coeli (+378); Velletri (+169) , CC Latina (+ 65) NC Rieti( +83). Preoccupa il tasso di  affollamento nei singoli istituti: Latina risulta al 184%, CC Regina Coeli al 161%,  CC Cassino al 156%, CC Velletri 141%

Nelle tabelle i dati  inerente  Detenuti presenti e capienza regolamentare degli istituti penitenziari; Situazione al 28 febbraio 2019

Detenuti presenti e capienza regolamentare degli istituti penitenziari
Situazione al 28 febbraio 2019
Regione
di
detenzione
Sigla
Provincia
Istituto Tipo istituto Capienza
Regolamentare
(*)
Detenuti presenti di cui
stranieri
totale donne
LAZIO FR CASSINO – CC 203 317   115
LAZIO FR FROSINONE “GIUSEPPE PAGLIEI” CC 510 613   148
LAZIO FR PALIANO – CR 155 82 3 6
LAZIO LT LATINA – CC 77 142 32 46
LAZIO RI RIETI “N.C.” CC 295 378   206
LAZIO RM CIVITAVECCHIA “GIUSEPPE PASSERINI” CR 144 65   25
LAZIO RM CIVITAVECCHIA “N.C.” CC 357 529 34 304
LAZIO RM ROMA “GERMANA STEFANINI” REBIBBIA FEMMINILE CCF 276 382 382 157
LAZIO RM ROMA “RAFFAELE CINOTTI” REBIBBIA N.C.1 CC 1.167 1.554   501
LAZIO RM ROMA “REBIBBIA TERZA CASA” CC 172 93   10
LAZIO RM ROMA “REBIBBIA” CR 443 325   53
LAZIO RM ROMA “REGINA COELI” CC 616 994   535
LAZIO RM VELLETRI – CC 411 580   202
LAZIO VT VITERBO “N.C.” CC 432 529   286

 

 

Detenuti presenti e capienza regolamentare degli istituti penitenziari per regione di detenzione
Situazione al 28 febbraio 2019
Regione
di
detenzione
Numero
Istituti
Capienza
Regolamentare
(*)
Detenuti
Presenti
di cui
Stranieri
Detenuti presenti
in semilibertà (**)
Totale Donne Totale Stranieri
LAZIO 14 5.258 6.583 451 2.594 65 8

 

Detenute madri con figli al seguito – 28 febbraio 2019

 

Detenute madri con figli al seguito presenti negli istituti penitenziari italiani distinte per nazionalità
Situazione al 28 febbraio 2019
Regione
di
detenzione
Istituto
di
detenzione
Italiane Straniere Totale
Presenti Figli al seguito Presenti Figli al seguito Presenti Figli al seguito
LAZIO PALIANO- – CR 1 1 1 1
LAZIO ROMA”GERMANA STEFANINI” REBIBBIA FEMMINILE – CCF 2 2 5 5 7 7

 

E’ noto il deficit qualitativo dell’attività lavorativa nell’ambito degli Istituti Penitenziari, dove il lavoratore si trova ad essere, in molti casi, attore di disagi operativi. Questi sono causati dal sovraffollamento, dall’inadeguatezza edilizia delle strutture penitenziarie e dalla crescente carenza di risorse umane

La Fns Cisl Lazio, seguito stato di agitazione comunicato dalla segreteria nazionale – mediante comunicato unitario ad eccezione di una sigla sindacale, parteciperà in massa alla manifestazione nazionale di protesta programmata a Roma per il giorno 27 marzo p.v.

Per la Fns Cisl occorrono più risorse economiche ma sopratutto più personale  perché è impensabile che ad oggi una unità espleti due è più posti di servizio

 

Il Segretario Generale Aggiunto

Massimo COSTANTINO