Il sindaco Arena: La priorità è Viterbo

loading...

NewTuscia – VITERBO – Con il passaggio dalla Lega a Fratelli d’Italia dell’ex assessore Claudia Nunzi e del consigliere Antonio Scardozzi c’è stata aria di crisi; l’ultìimatum della Lega per l’esclusione della Nunzi dalla giunta è stato accolto ma ora la palla è passata nelle mani di Fratelli d’Italia, che non avrebbero gradito tale allontanamento.

La decisione di riordinare le deleghe, riprese dal sindaco, e coinvolgere un assessore esterno, una donna in base alla legge sulle quote rosa, appartenente a FdI sembrava aver calmato le acque.

Questo fino a quando il Capogruppo Bianchini (FdI) sabato non ha indetto una riunione la cui risoluzione è stata alla base delle dimissioni che gli assessori Laura Allegrini e Marco De Carolis hanno poi consegnato al primo cittadino. Paolo Bianchini vuole sottolineare che i membri di FdI non tengono tanto alla loro carica quanto al bene della città e chiede di azzerare la giunta.

Questa la risposta del sindaco Giovanni Arena alla maggioranza spaccata e alla minoranza sulla situazione politica di Viterbo, nonché su questioni come l’appalto della nettezza urbana e il termalismo:

“I legittimi, ma non condivisibili, cambi di casacca hanno provocato diverse turbolenze all’interno della maggioranza, dinamiche queste, peraltro incomprensibili alla maggior parte dei cittadini.

Cittadini che hanno riposto in me e nella coalizione vincente la speranza che finalmente la città possa riprendere quella crescita economica da troppo tempo attesa ed avere da parte degli amministratori grande cura e amore per Viterbo.

Spero in futuro che non ci saranno più atteggiamenti che possano ledere l’immagine del Sindaco, e della maggioranza che lo sostiene.

In questi giorni ho ricevuto migliaia di messaggi di stima e fiducia che mi hanno inorgoglito e convinto ad assumere un atteggiamento ancor più fermo e deciso.

Oggi gli assessori Allegrini e De Carolis mi hanno messo a disposizione i loro mandati, ma ho ritenuto rinnovare loro la fiducia, mai venuta meno, perché la città ha bisogno dell’impegno di tutti per superare, e sono convinto che ci riusciremo, le tante questioni in sospeso che la città attende siano risolte.

Giovanni Arena”