Uscita di Nunzi e Scardozzi dalla Lega per FdI: Arena rischia grosso

NewTuscia – VITERBO – Situazione ancora del tutto incerta quella che si vive all’interno della maggioranza di Palazzo dei Priori dopo l’uscita dalla Lega di Antonio Scardozzi e, soprattutto, dell’assessora alla Polizia locale Claudia Nunzi, con l’approdo alla corte dei Fratelli d’Italia.

Ieri giornata fitta d’incontri tra il sindaco Giovanni Arena e gli esponenti del suo partito prima, quindi anche con quelli di Fratelli d’Italia per trovare una quadra. Il senatore Umberto Fusco è stato per ora irremovibile: l’uscita dalla Lega dell’assessore Nunzi deve portare il primo cittadino a toglierle le deleghe. Dall’altra parte, invece, FdI crede che il passaggio della Nunzi nelle proprie fila rappresenti un giusto riequilibrio in giunta dopo che, proprio nella prima quasi-crisi di Arena & Co., c’era stata la richiesta dei rotelliani di tre assessori anziché due.

Nell’incontro che si è svolto ieri, convocato da Fratelli d’Italia su centro storico e Piano del commercio, Claudia Nunzi ha fatto il suo debutto pubblico in FdI e ha usato parole che non lasciano dubbi: “Grazie di avermi adottata”. Ergo: grazie di avermi accolta nel giusto modo. Evidentemente Claudia Nunzi e Antonio Scardozzi (ma lo si sapeva) non si trovavano più a loro agio dalle parti di Fusco. Motivi? Forse per il fatto di non potersi esprimere appieno o, forse, per le ambizioni dei due che, con l’ingresso di tanti nell’attuale primo partito d’Italia, era sempre meno espressa nel concreto.

Ma, tant’è. Forza Italia sta a guardare, pur anch’essa con qualche mal di pancia interno, ma curabile molto più facilmente. Il dissidio profondo che rischia di esplodere tra Lega e FdI è di difficile previsione e “cura”: il senatore Fusco, dopo avere dato fiducia alla giovane rampante assessora Claudia Nunzi, da par suo ha visto come alto tradimento il cambio di casacca. FdI, dal canto loro, hanno ora 3 assessori come volevano all’inizio della consiliatura.

Giovanni Arena deve vestire in questi giorni i panni del demiurgo e inventare una soluzione che possa ristabilire il percorso sulla strada principale. Cercare scorciatoie in questo momento non ben calibrate significherebbe mettere a rischio l’intero progetto di consiliatura.

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21