NewTuscia – MILANO – Mirko Cuneo imprenditore ed esperto di digital marketing, vive e lavora nel capoluogo lombardo. Mirko è il CEO di Nextre Engineering, azienda italiana che si occupa di sviluppo software e strategie di marketing digitale, perfettamente in linea con le tendenze del mercato attuale.

La sua esperienza diretta sul campo e l’approccio a tutto tondo alla Digital Transformation lo hanno portato a far crescere tanto e in breve tempo la sua azienda. Per un business di successo, ad oggi, è necessario entrare in confidenza con il digitale e implementare le giuste strategie di marketing con cui attrarre un maggior numero di clienti.

La presenza sul web delle imprese e le migliori strategie per far crescere la propria attività sono gli argomenti principali di Come portare la PMI sul web: manuale in cui Mirko Cuneo ha voluto condividere con i lettori le metodologie e gli strumenti utili a tutti gli imprenditori per raggiugere gli utenti e per trasformare i potenziali clienti in consumatori effettivi.

Abbiamo fatto qualche domanda direttamente a Mirko per poter sapere di più riguardo alla sua esperienza professionale a al suo libro.

1) Grazie Mirko per la cortesia di rispondere alle nostre domande. Puoi spiegarci meglio l’importanza della Digital Transformation per le PMI? (Titolo 3)

I protagonisti del mondo in cui viviamo e sempre di più anche del mercato sono: tecnologia, innovazione e digitalizzazione. Però mi sono reso conto, durante la mia esperienza lavorativa, che ci sono molte persone e anche molti imprenditori che ancora sottovalutano questi argomenti, per citare un dato: il 56% delle PMI ancora non possiede un sito web. Questo è assolutamente contro-producente per coloro che hanno un’attività e che vogliono, giustamente, raggiungere i potenziali clienti, aumentare le vendite e dare uno slancio al proprio business.

La Digital Transfromation, nella sua duplice natura di innovazione tecnologica e cultura aziendale, è diventata un passaggio direi obbligato per tutte le PMI che vogliono restare attive all’interno del mercato attuale. Ogni impresa deve prendere in considerazione un cambiamento al suo interno, un ripensamento totale nella gestione e nell’organizzazione dei processi interni, per potersi evolvere e stare al passo con i tempi.

Cosa succede se la trasformazione non viene accolta? La prospettiva migliore è un arresto e un ristagnamento dell’impresa stessa, mentre nei casi peggiori si arriva al fallimento.

Da imprenditore ho affrontato questa sfida sia per Nextre che per i miei clienti e, data la mia esperienza, mi sono cimentato nella scrittura di questo libro, Come portare la PMI sul web, con l’intento è di parlare direttamente agli imprenditori.

Il passaggio al digitale è davvero un’opportunità sia per il lancio che per la ripresa di un business. Oltre il 37% delle vendite, oggi, passa attraverso gli store on-line, mentre le comunicazioni si avviano sempre di più sui social network. Queste sono tendenze che non accennano ad arrestarsi, quindi il mio invito a tutti gli imprenditori è quello di essere preparati.

2) “Come portare la PMI sul web” è il tuo secondo libro. Puoi dirci di cosa parla e a chi si rivolge? (Titolo 3)

Come ho accennato prima, l’ho scritto proprio con l’interesse di rivolgermi agli imprenditori, per essere un supporto a coloro che desiderano accogliere l’innovazione o fare un passo in avanti rispetto alla situazione in cui si trovano. Io stesso ho trovato e trovo ancora beneficio nel confrontarmi con altri esperti, nel condividere idee e opinioni, nel creare un circolo virtuoso di conoscenza, perché è questa che porta allo sviluppo. Per affrontare il processo di trasformazione deve essere l’intera anima dell’azienda a muoversi all’unisono verso il medesimo obiettivo. Non si tratta solo di innovazione tecnologica, ma di un insieme di atteggiamenti e comportamenti delle persone stesse che lavorano all’interno dell’impresa. Come portare la PMI sul web nasce come una guida all’applicazione di un rinnovato pensiero strategico che aiuti a sviluppare piani di web marketing utili alla crescita del proprio business. Chi ha un’attività deve fare in modo che anche gli altri lo sappiano e che conoscano la sua offerta, per fare questo, oggi, la strada migliore è il web che permette di entrare in contatto con un numero di utenti potenzialmente infinito. Il mio libro è uno strumento utile sia a coloro che vogliono affrontare questo lavoro da soli, sia per chi ha intenzione di rivolgersi ad un consulente. Essere informati è sempre un’ottima cosa per poter prendere le decisioni più consone alla propria situazione.

Il messaggio che vorrei far passare è di non rimanere ancorati alle convinzioni tradizionali pensando che quello che si è sempre fatto rimanga la scelta più giusta. Soprattutto nelle epoche di cambiamento come quella attuale direi che è indispensabile essere a conoscenza di dove si sta dirigendo il mercato per non ritrovarsi all’interno di un ambiente sconosciuto.