“Roma risorgi”: domani mattina in campidoglio la mobilitazione dell’Ugl

NewTuscia – ROMA – Il sindacato UGL chiama a raccolta i propri iscritti e tutti i cittadini per dare forza alla manifestazione di domani mattina in Campidoglio contro la prassi degli appalti al massimo ribasso che non tutelano i lavoratori e incidono sulla qualità dei servizi e della sicurezza dei cittadini. Una mobilitazione voluta dal Segretario Provinciale Igene Ambientale Mauro Piconi che ha ottenuto il sostegno politico dell’UGL Lazio del Segretario Armando Valiani e dell’UTL Roma guidata da Ermenegildo Rossi per dare maggior forza alla richiesta che arriva dal territorio nei confronti dell’amministrazione romana comunale affinché si attivi per fornire la città di quei servizi che una capitale europea merita di avere. Una mobilitazione per una città che torni ad essere sicura, efficiente nei servizi, che combatta l’illegalità e che sia risorsa di tutti i suoi cittadini, in una parola #RomaRisorgi.

“Tutte le federazioni – spiega il Segretario Regionale Armando Valiani – manifesteranno il proprio malcontento per come viene gestita la città dall’attuale amministrazione comunale. Occorre ripartire dalle infrastrutture, in gran parte fatiscenti, per risolvere i problemi legati alla mobilità. Vogliamo ribadire il nostro no agli appalti al massimo ribasso, una prassi purtroppo consolidata che penalizza i lavoratori e la qualità dei servizi offerti ai cittadini e ai turisti. Abbiamo la grave macchia dei rifiuti che echeggia in tutto il mondo dando di Roma un’immagine che non merita, colpa della mancanza di un piano da parte di Comune e Ama che penalizza l’intera Regione Lazio. Nel campo della sicurezza non basta l’assunzione di qualche vigile urbano in più ma chiediamo al Sindaco un impegno più concreto e forte così come per i trasporti interni, senza l’impegno dei sindacati oggi l’Atac sarebbe fallita e la città ancor più allo sbando. A tutti i romani – conclude Valiani – chiediamo di raggiungerci in Campidoglio dalle 9 alle 13 per unire le voci e formare un unico grande coro, sotto lo slogan #RomaRisorgi”.