Vitorchiano, divieto di botti e petardi per la notte di Capodanno

NewTuscia – VITORCHIANO – L’utilizzo di fuochi d’artificio, petardi e “botti” di qualsiasi tipologia e denominazione, al di fuori degli spettacoli autorizzati tenuti da professionisti, è vietato su tutto il territorio del Comune diVitorchiano per gli interi giorni di lunedì 31 dicembre 2018 e martedì 1 gennaio 2019. Fanno inoltre eccezione gli artifici pirotecnici con effetto esclusivamente luminoso o con irrilevante impatto acustico.

Il sindaco Ruggero Grassotti ha firmato l’ordinanza finalizzata a punire, con sanzioni amministrative che vanno da 50 a 300 euro e sequestro degli articoli pirotecnici pure se legittimamente acquistati e detenuti, una condotta che può rappresentare, per incompetenza all’uso e per assenza di precauzioni minime d’impiego, un serio pericolo per la pubblica incolumità, in modo particolare dei minori, e conseguenze negative a carico anche deglianimali domestici, di allevamento e selvatici.

L’accensione e il lancio di fuochi d’artificio – dichiara Grassotti – lo scoppio di petardi, l’esplosione di mortaretti e quant’altro, è causa di disagio e oggetto di lamentele da parte di molti cittadini, soprattutto per l’uso incontrollato da parte di persone che spesso non rispettano le minime precauzioni d’utilizzo”.

I danni che lo scoppio di petardi e altri orpelli pirotecnici possono provocare negli animali sono notevoli – interviene la consigliera Roberta Feliziani – Spavento, infarti, perdita del senso dell’orientamento con conseguente rischio di smarrimento fino al punto di indurli alla fuga dall’abituale luogo di dimora, con pericolo per la loro stessa incolumità e più in generale per la sicurezza di tutti: elementi, questi, che rendono inevitabile l’ordinanza comunale e affermano la costante attenzione dell’amministrazione nei confronti dei nostri amici a quattro zampe“.

L’amministrazione comunale di Vitorchiano deve sovrintendere alla tutela dell’incolumità e della sicurezza dei cittadini durante i festeggiamenti di Capodanno e si appella, in via principale, al senso di responsabilità individuale e alla sensibilità collettiva affinché si cessi ogni comportamento lesivo e si saluti l’arrivo del nuovo anno in maniera gioiosa e civile.

Se da un lato occorre un’azione preventiva – conclude il sindaco – riguardo l’impiego di tali dispositivi pirotecnici da parte di minori o persone prive degli adeguati requisiti professionali o professionali, dall’altro occorre salvaguardare gli spettacoli pirotecnici autorizzati, realizzati da professionisti secondo i più stretti dettami di sicurezza, riconosciuti come espressione culturale e artistica”.

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21