Morte dello psichiatra Maccarini, l’ipotesi più accreditata è il suicidio

NewTuscia – MONTE ROMANO – Ancora misteriose le cause della morte di Mauro Maccarini, il 48enne psichiatra di Civitavecchia e residente a Tarquinia, ritrovato cadavere nelle campagne tra Monte Romano e Tarquinia dentro un torrente.

Il ritrovamento è stato fatto da un cacciatore che ha allertato i Carabinieri. Il posto in cui è stato trovato il cadavere di Maccarini era molto scosceso e sono serviti i Vigili del fuoco per il suo recupero.  Lo psichiatra era sparito nel pomeriggio del 2 dicembre scorso dall’ospedale di Belcolle dove era ricoverato: inutili erano stati gli innumerevoli tentativi dei familiari di mettersi in contatto con lui.

Ora gli inquirenti, guidati dal Pm Stefano D’Arma, dovranno ricostruire tutta la dinamica dei fatti, soprattutto spiegarsi come Maccarini si sia recato a Viterbo a Monte Romano. Sul corpo non sarebbero stati trovati segni di violenza. Una delle piste più accreditate sarebbe il suicidio, ma solo l’autopsia, che dovrebbe essere richiesta, potrà stabilire le vere cause del decesso.