Camera di Commercio Terni: seminari formativi, visite aziendali e contributi a fondo perduto

NewTuscia – TERNI – Entra nel vivo la formazione all’Orientamento al lavoro e alle scelte professionali. Domani in Camera di Commercio siedono in cattedra formatori dell’Associazione Italiana Direttori del Personale (Aidp) per illustrare agli studenti le tecniche giuste per sostenere un colloquio di lavoro, per redigere un buon curriculum, e per orientarsi sul web alla ricerca dei canali più qualificati che offrono lavoro. Un seminario che dalle 9 alle 13 coinvolgerà cento studenti dell’Istituto “Metelli”, ITT “Allievi Sangallo” e Liceo Statale “Angeloni”. L’evento formativo inaugura l’avvio del progetto “Camera Orienta”  rivolto a tutti gli Istituti Superiori della provincia che si snoderà fino ad aprile con seminari, visite aziendali e attività on the job. Il prossimo già in calendario è fissato per il 26 novembre con l’iniziativa “Faccia a faccia con l’impresa”, Gianluca Bellavigna Ad di Maestrale Information Technology, incontrerà gli studenti dell’ITT “Allievi Sangallo” per una formazione allo spirito d’impresa, il  27 novembre, si torna in Camera di Commercio con il seminario “Il sistema camerale e la svolta digitale”.

Ma orientamento al lavoro non è solo formazione. L’Ente camerale offre l’opportunità a giovani laureati, diplomati o disoccupati di entrare o reinserirsi nel mondo del lavoro stipulando stage di sei mesi o un anno con aziende che erogano delle indennità di frequenza. Un’attività corposa, circa duecento stage ogni anno, che permette alle aziende di individuare figure da formare nella massima flessibilità. “Inserimenti in stage – sottolinea il Segretario generale, Giuliana Piandoro – che in un numero interessante di casi danno luogo ad una prosecuzione del rapporto di lavoro, con una collaborazione o tramite altre tipologie contrattuali”.

Il sostegno a  tutto campo alle aziende  prevede anche l’erogazione di contributi a fondo perduto. Le imprese che hanno ospitato studenti degli Istituti secondari superiori in stage o che li ospiteranno entro l’anno potranno fare richiesta di un voucher “alternanza”. Il bando è on line e stanzia circa 60mila euro (http://www.tr.camcom.gov.it/informazione-economica/alternanza-scuola-lavoro/bando-voucher-alternanza.html). Prevede un contributo a fondo perduto pari a 800 euro per la realizzazione da 1 fino a 2 percorsi individuali di Alternanza, 1000 euro per la realizzazione da 3 a 5 percorsi individuali di ASL,  1.500 euro per la realizzazione di oltre 5 percorsi di ASL, più 200 euro in caso di persona diversamente abile. Le spese ammissibili sono, oltre a quelle legate alle coperture assicurative, anche quelle sostenute per l’attività svolta dal tutor aziendale, interno ed esterno, per la progettazione, l’organizzazione e la realizzazione dei percorsi di Alternanza.