“Che ne pensa Zingaretti del futuro di Atac e Cotral?”

NewTuscia – ROMA – Il voto è certamente segreto, ma sapere cosa pensi, o abbia pensato, Zingaretti del futuro dell’Atac e più in generale del trasporto pubblico regionale è importante. Le aziende Atac e Cotral sono tra loro connesse ed interdipendenti, oltre che per gli accordi che le legano, anche per i servizi resi alla utenza.

Entrambe danno attuazione al principio costituzionale della mobilità estesa a tutte le classi sociali di utenza e per entrambe incombe la spada di Damocle dei procedimenti di privatizzazione ed affidamento a gara. Ecco perché sarebbe opportuno conoscere il pensiero di Zingaretti sul futuro di Atac e su quello di Cotral.

Certamente interesserebbe ai cittadini di Roma e del Lazio, oltre che ai dipendenti delle due aziende. Per ora registriamo, soltanto, la notizia apparsa sui quotidiani. Nel seggio dove ha votato il Governatore si registrerebbe una prevalenza di “sI”, mentre nel seggio dove ha votato la Sindaca Raggi, si registrerebbe una prevalenza dei “No”.

Pier Giuseppe Polo

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21