Cup Lazio, Valiani-Giuliano (Ugl): “No alla macelleria sociale a danno degli operatori del settore”

NewTuscia – ROMA – “Gli oltre 2000 lavoratori coinvolti nella tragica vicenda del cambio appalto del Cup regionale rischiano di avere importanti decurtazioni in termini di orario e retribuzione, l’Ugl si mobiliterà al loro fianco nella battaglia per evitare una vera e propria macelleria sociale”.

Ad annunciarlo il segretario Ugl Lazio, Armando Valiani, e il segretario regionale Ugl Sanità Lazio, Gianluca Giuliano, i quali hanno organizzato “per domani, in occasione del Consiglio Regionale straordinario alla Pisana, un presidio di protesta contro la gestione inaccettabile del bando di gara cup e degli attuali cambi appalto”.

“Abbiamo serie perplessità sul bando di gara – chiariscono Valiani e Giuliano – in quanto non conteneva clausole di salvaguardia per gli operatori e sull’assegnazione alla Gpi e alla Sds dei servizi in questione. Su questo aspetto solleciteremo Anac e la Corte dei Conti per le opportune verifiche”.

“Riteniamo non sufficiente quanto finora attuato dalla Regione Lazio perché alla fine del percorso i lavoratori coinvolti vedranno decurtati diritti e salari. Non accettiamo – concludono Valiani e Giuliano – la macelleria sociale che si sta consumando ai danni degli operatori del Cup ai quali esprimiamo la nostra più piena solidarietà schierandoci al loro fianco”.