Questa sera esordio in campionato con il botto per i gialloblù subito Derby con il Rieti

VITERBO – La Viterbese esordisce in campionato ospitando questa sera alle ore 20,30 gli amaranto-celesti del Rieti. Un derby dal sapore antico, che ritorna dopo due anni d’assenza: l’ultimo match giocato risale alla stagione 2015-2016 nel campionato di serie D girone G, l’anno della promozione in serie C dei gialloblù.

La gara d’andata giocata allo stadio Manlio Scopigno di Rieti finì a reti inviolate, mentre nella gara di ritorno i gialloblù allora guidati da mister Nofri,  si imposero per 2-0 grazie alle reti di Ansini nel primo tempo e nella ripresa raddoppiarono con Neglia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I reatini stazionano a quota 7 punti in classifica e sono reduci dalla sconfitta interna per 2-1 ad opera del Siracusa in rimonta. In precedenza sempre tra le mura amiche il Rieti aveva perso con la Vibonese (1-0), pareggiato con la Cavese (0-0) e vinto per due a uno contro la Casertana.

In trasferta il cammino della formazione reatina è stato deludente con un solo successo e ben quattro sconfitte. I tre punti sono arrivati contro la Sicula Leonzio, mentre i KO con Matera (penalizzata pochi giorni fa di ben 8 punti), Trapani e Francavilla.

Si tratta di una formazione neo-promossa,  che verrà al Rocchi per vendere cara la pelle, non avendo nulla da perdere.

Per i gialloblù di mister Lopez, la sfida contro il Rieti rappresenta la prima di campionato in assoluto, un esordio piuttosto anomalo e tardivo a causa delle note vicende e querelle in merito agli eventuali ripescaggi.
In questa situazione caotica si trova anche l’ Entella, che ha giocato solo la gara d’esordio con il Gozzano vincendo per 3-0, ed ha poi ha visto la sua posizione congelata in una sorta di limbo in attesa della decisione del Consiglio di Stato fissata per il giorno 15 Novembre, per sapere quale sarà il suo futuro ed in quale categoria.

Mr.Lopez per questo Derby dovrà fare a meno del difensore centrale Rinaldi squalificato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I gialloblù per questa gara d’esordio dovranno fare a meno del difensore Rinaldi e la coppia centrale sarà quasi certamente composta da Sini e Atanasov, con De Giorgi e De Vito terzini.

In mediana agiranno, salvo cambiamenti dell’ultimo minuto, Palermo, Baldasin e Bovo, mentre il tridente offensivo sará formato da Saraniti, Pacilli e Polidori, che avranno il compito di scardinare la difesa sabina.

La compagine del tecnico Ricardo Cheu, si presenta a questa delicata partita con tutta una linea difensiva praticamente da inventare, vista l’ assenza per squalifica di capitan Gigli oltre a quella probabile di Pepe, non ancora al meglio a causa di un fastidioso guaio muscolare. Al loro posto dovrebbero giocar Gallifuoco e il neo acquisto Gualtieri.

Da segnalare nelle fila reatine i molti giocatori stranieri portati dal direttore sportivo Malù Mpasinkatu,  come l’attaccante Cedric Gondo,  ex  primavera della Fiorentina e con esperienze anche in Serie B con la maglia della Ternana.

L’augurio che dopo questo lungo e travagliato inizio di stagione costellato di polemiche, di veleni e diatribe, si torni a parlare di calcio giocato e che soprattutto  i tifosi che amano questo sport ritornino a gremire le tribune degli stadi d’Italia, dando quindi la migliore risposta sul campo ad una dirigenza sia della F.I.G.C, che delle Leghe di  B e C, che nella gestione di queste vicende hanno lasciato molto desiderare.