Sodalizio tra la Confraternita della Santissima Trinità di Orte e l’Arciconfraternita romana della Santissima Trinità

NewTuscia – ORTE – Dopo 411 anni si rinnova il sodalizio tra la confraternita della santissima Trinità di Orte e l’arciconfraternita romana della Santissima Trinità dei convalescenti e pellegrini.

Al di là del formale atto, il rinnovo del sodalizio porta la confraternita ortana, facente parte dell’ente Confraternite riunite di Orte, a riprendere quel filo di unione fatto di molteplici sfaccettature con l’arciconfraternita di Roma.

Il tempo ha modificato alcune esigenze ma ne ha lasciate intatte molte altre, a partire dallo scambio di conoscenza e fratellanza tra i componenti. Se anticamente aggregarsi a una arciconfraternita significava ottenere particolari privilegi sia spirituali o di organizzazione nei pellegrinaggi, oggi il rinnovo propone di intraprendere un cammino comune su tematiche attuali, come l’interazione in opere sociali, l’assimilazione e lo sviluppo di percorsi formativi atti a sfociare in una crescita globale e, in ultimo, ricercare in parallelo le necessarie fonti storiche.

Pertanto la giornata del prossimo 3 novembre assume un importanza che va al di là del mero aspetto rievocativo.

Per Roberto Rondelli, rettore delle confraternite di Orte, significa avviare un nuovo percorso “La giornata di sabato – dice – è la testimonianza di come le confraternite di Orte sono disponibili ad aprirsi verso tutti coloro che hanno la volontà di operare in modo proficuo”.

Il programma inizia alle 15,45 con una messa celebrata nel rito antico, la benedizione di una nuova croce, il rinnovo del sodalizio e una conferenza finale.

Confraternite Riunite di Orte