Caos in serie B e C: il Tar dichiara non ammissibile il format a 19 squadre

NewTuscia – VITERBO – Continua il caos nelle serie B e C. La prima è arrivata all’8° giorno – senza Avellino, Cesena e Bari – con il nuovo format che prevede l’assenza di ripescaggi, come previsto dalle disposizioni del commissario straordinario Roberto Fabbricini. Stamattina la arriva la decisione del Tar, che ha dichiarato non ammissibile il format rispetto al precedente con 22, in quanto la nuova disposizione era stata presa ad agosto, ossia poco prima dell’inizio del campionato senza il reale coinvolgimento delle altre Leghe, essenziale dato che il numero delle squadre partecipanti nella serie B influenza la riammissione di quelle al di sotto.

Questione di nuovo in sospeso dunque per la Viterbese Castrense; i leoni gialloblù dovrebbero cambiare girone e per Ternana, Novara Calcio e Pro Vercelli 1892 possibile riammissione in serie B.

Anche se la decisione del Tribunale federale nazionale è stata sospesa, la situazione delle tre squadre deve essere esaminata, la Ternana per esempio ha già disputato 5 partite in serie C. L’eventuale ritorno al format originale sarà decretato solo dall’udienza fissata dal Tar per il 26 Marzo 2019 e nel frattempo il caos imperversa.

Le prossime partite che si disputeranno in serie B e C potrebbero non essere quelle previste dai rispettivi campionati. Nel frattempo il presidente Gravina sta esaminando la possibilità della pubblicazione della classifica delle squadre da ripescare con il format a 22 e con conseguente sospensione dei campionati.