Fondi regionali per le Pmi, la soddisfazione della Confesercenti di Viterbo

 

Vincenzo Peparello

NewTuscia – VITERBO – Soddisfazione della Confesercenti di Viterbo per i fondi della Regione Lazio destinati alle piccole e medie imprese, in particolare agli operatori nel campo del turismo, dell’artigianato e del piccolo commercio al dettaglio. Si tratta di circa 40 milioni del  Fondo rotativo per il piccolo credito, lo strumento pensato dalla Regione Lazio per dare risposte rapide alle Micro, Piccole e Medie imprese (pmi) con esigenze finanziarie di importi contenuti (da 10.000 a 50.000 euro), minimizzando costi e tempi e semplificando le procedure d’istruttoria e di erogazione. Il Fondo – finanziato con 39 milioni di euro (24 dal Por-Fesr Lazio 2014-2020 e 15 di fondi regionali) e gestito dall’Reti costituito tra Artigiancassa e Medio Credito Centrale – è aperto a pmi, liberi professionisti e, esclusivamente per gli interventi finalizzati al risparmio energetico, anche a consorzi e Reti di Imprese. Tra gli elementi innovativi più rilevanti della nuova versione del bando pubblicata la settimana scorsa sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio: l’estensione del periodo massimo per la restituzione del prestito ottenuto, di ammortamento (da 36 a 60 mesi).

 

Altra novità di rilievo è l’attivazione della parte riservata alle Botteghe storiche (che svolgano la loro attività da almeno cinquant’anni), come locali storici, botteghe d’arte, attività storiche e artistiche, allo scopo di ampliare la platea dei soggetti beneficiari dell’agevolazione; a loro sono riservati in maniera esclusiva 2 milioni di euro. Inoltre, è stato eliminato il vincolo della localizzazione in consorzi e/o aree industriali e artigianali, in relazione agli interventi per la “Riduzione costi energia Pmi”, mentre fra gli interventi ammissibili sono stati introdotti gli investimenti che rientrano nel catalogo degli apparecchi domestici.

“I fondi della Regione Lazio destinati alla micro, piccole e medie imprese – sottolinea Vincenzo Peparello, presidente della Confesercenti di Viterbo – sono un’effettiva boccata di ossigeno per vari settori economici, in particolare per il turismo, comparto trainante per il territorio sia per quanto riguarda l’alberghiero che la ristorazione; per l’artigianato, che ha la necessità di interventi per dare continuità ad un’esperienza produttiva di grande interesse; e per le botteghe storiche, che sono testimonianza innegabile di un prezioso patrimonio di molti paesi della Tuscia. I fondi – conclude Peparello – peraltro, favoriranno la cooperative e le piccole imprese, che potranno tagliare i costi per l’energia e offriranno la possibilità, grazie anche allo svincolo di localizzazione in consorzi e aree industriali, di progettare interventi di penetrazione in nuovi mercati”.

La Confesercenti di Viterbo è a vostra completa disposizione per ulteriori informazioni presso i nostri uffici dedicati.

Per informazioni e appuntamenti potete chiamare il numero 0761-1878320 o contattarci all’email: catconfviterbo@gmail.com.

 

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21