Protesti: frenata delle cambiali ma salgono gli assegni a vuoto

NewTuscia – TERNI – Protesti in forte calo in Umbria. Nel corso del 2017 sono stati protestati 7.203 effetti, tra assegni e cambiali, per un valore pari a circa 13 milioni di euro (di cui cambiali circa 9milioni di euro) con una variazione negativa rispetto al 2016 del 15,9% nel numero dei protesti (a livello nazionale il trend è in discesa dell’11%), riduzione più marcata se si estrapolano solo le cambiali (-18,8%) anche se restano i titoli di credito più protesati.

E’ la fotografia scattata Unioncamere e InfoCamere sui dati raccolti dalle Camere di Commercio e elaborati dalla Camera di Commercio di Terni.

L’analisi territoriale rivela tuttavia un quadro in chiaro scuro dove ad una frenata dei protesti complessivi (passano dal 2.276 del 2016 ai 1.905 del 2017) si affianca una crescita degli assegni a vuoto (258 del 2016 passano a 274 nel 2017) e in particolare del loro importo totale che quasi raddoppia. Gli assegni “cabriolet” nel 2016 avevano raggiunto il valore totale di 700mila euro (719.240,34) dopo dodici mesi il valore degli scoperti supera il milione di euro (1.210.277,24).

A livello regionale invece è da sottolineare come ad una diminuzione dei protesti totali che sfiora il 16% si registra un lieve aumento del loro valore totale (+0,4%), un trend con il segno più che a livello nazionale ha riguardato nel 2017 soltanto altre due regioni (Calabria e Friuli Venezia Giulia).

Per quanto riguarda le cambiali, diminuiscono a Terni i mancati pagamenti dei “pagherò”, sono infatti sempre meno frequenti: il 2016 si era chiuso con 2018 cambiali, il 2017 con 1.631 mentre il focus semestrale sul 2018 conferma la stessa tendenza con 720 cambiali al 30 giugno.

Tab. 1  Protesti per regione: totale effetti e di cui cambiali – Anno 2017 e confronto con 2016 Numero e valore degli effetti in euro graduatoria per protesti totali

 

Regione 2017 Var % 2017/2016
Protesti totali di cui: cambiali Valore di cui: Protesti totali di cui cambiali Valore totale di cui

cambiali

totale  cambiali
Lazio 88.690 53.154 182.711.846 83.287.879 -2,2% -6,7% -8,6% -19,8%
Lombardia 77.627 54.679 145.901.171 65.917.009 -15,1% -14,3% -18,8% -26,7%
Campania 76.062 67.428 126.911.797 87.455.498 -7,5% -6,8% -15,4% -13,0%
Sicilia 45.717 38.086 65.740.063 31.205.970 -13,5% -14,1% -39,5% -55,0%
Puglia 43.902 40.251 59.185.553 41.634.624 -14,6% -14,3% -18,2% -20,9%
Calabria 28.094 25.053 35.927.259 22.796.839 0,8% 0,2% 7,9% 1,1%
Toscana 25.398 22.751 33.523.784 20.833.660 -14,9% -15,4% -11,4% -20,4%
Emilia Romagna 24.861 21.378 37.942.667 23.380.847 -14,4% -13,1% -26,6% -26,4%
Piemonte 22.116 20.001 23.272.582 15.620.957 -15,7% -14,1% -25,1% -19,4%
Veneto 17.201 15.416 27.173.654 16.975.363 -19,0% -16,4% -32,0% -24,6%
Sardegna 13.492 12.138 13.106.266 8.668.983 5,2% 8,4% -23,8% -12,6%
Abruzzo 12.520 10.443 19.311.812 10.177.243 -14,4% -13,7% -19,0% -24,6%
Marche 9.286 8.465 15.896.441 12.404.187 -30,4% -30,5% -30,4% -26,8%
Umbria 7.203 6.250 13.717.236 9.504.252 -15,9% -18,8% 0,4% -6,1%
Liguria 7.002 6.171 6.850.311 4.071.341 -17,1% -18,0% -27,0% -33,9%
Basilicata 5.100 4.415 7.910.296 5.175.723 -10,6% -14,1% -1,7% -11,4%
Friuli Venezia Giulia 3.642 3.350 6.315.010 3.482.652 -12,1% -11,1% 29,9% -0,6%
Molise 2.988 2.582 4.240.039 2.511.825 -14,2% -13,0% -34,4% -39,8%
Trentino Alto Adige 1.803 1.626 2.757.889 1.218.384 -21,5% -22,5% -32,5% -55,5%
Valle d’Aosta 380 334 463.186 388.193 -13,0% -17,5% -47,3% -50,5%
ITALIA 513.084 413.971 828.858.859 466.711.430 -11,0% -11,5% -18,4% -23,8%
Fonte: elaborazioni Unioncamere-InfoCamere su dati Registro informatico dei protesti

 

Camera di Commercio I.A.A. di Terni