Marcia della pace Perugia-Assisi: ci sarà il Comune di Ronciglione

NewTuscia – RONCIGLIONE – Saremo presenti a questo importante appuntamento – ha dichiarato il sindaco, Mario Mengoni – consci della responsabilità che i Comuni hanno, così come le Provincie e le Regioni, di dar voce alla domanda di pace e di giustizia dei propri cittadini, e di agire coerentemente promuovendo il rispetto dei diritti umani e proteggendo le persone più vulnerabili”.

E’ stata ufficialmente deliberata nei giorni scorsi la presenza del Comune di Ronciglione alla marcia della pace Perugia-Assisi del prossimo 7 ottobre.

Su invito del Coordinamento nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, Ronciglione decide di non mancare a questo importante appuntamento che ogni anno, dal 1961, raduna decine di migliaia di persone da tutta Italia sotto un’unica bandiera arcobaleno, quella della pace e della fratellanza. Un’edizione, quella 2018, che si arricchisce di significati simbolici, svolgendosi a 70 anni dalla proclamazione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e della Costituzione Italiana, a 100 anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale e a 50 anni dalla scomparsa di Aldo Capitini, filosofo e politico antifascista umbro, fautore della nonviolenza, nonché ideatore della marcia e della bandiera arcobaleno.

Una delegazione composta dall’assessore Chiodi e da alcuni membri dell’amministrazione comunale partirà alla volta del capoluogo umbro, portando con sé il Gonfalone cittadino, che andrà ad unirsi a quelli dei numerosi Enti italiani presenti. Numerosi anche i pullman che partiranno dalla provincia viterbese, tra cui quello organizzato dal Tavolo per la Pace di Viterbo. I cittadini interessati a partecipare alla manifestazione possono trovare tutte le info necessarie sul sito ufficiale della marcia (www.perlapace.it).

In un momento storico di così forte incertezza, che vede il dilagare di ideologie razziste, primatiste e nazionaliste, il concetto di pace appare significativamente minacciato. Bisogna pensare a questo ideale – ha commentato l’assessore alle Politiche Culturali, Massimo Chiodi – come ad un qualcosa di concreto, che non dipende solo dalle grandi decisioni prese sopra di noi, ma anche dalle piccole azioni quotidiane di cui tutti siamo capaci. La nostra amministrazione sposa a pieno i principi di fratellanza, condivisione e salvaguardia dei Diritti Umani storicamente portati avanti da questa marcia, proprio per questo esserci è quanto mai importante”.

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21