Coppa Italia Promozione: Polisportiva Vigor Acquapendente – Asd Montefiascone

NewTuscia – ACQUAPENDENTE – Riceviamo e pubblichiamo.
Coppa Italia promozione. Gara di andata – girone 7
Polisportiva Vigor Acquapendente – Asd Montefiascone  1 – 0
(Primo Tempo 0 – 0)

TABELLINO
Polisportiva Vigor Acquapendente:  Sinopoli, Finocchi, Fanelli, Menci (31° st Frosinini), Nuccioni, Avola, Rotunno (36° st Colonnelli), Broccatelli, Dante Isla Caccivillani, Coccetti (16° st Saleppico), Bartoccini (16° st Verri)

A disposizione: Calzà, La Vecchia

Allenatore: Fatone

Asd Montefiascone: Chicca, Citilica, Frateiacci, Selvi, Delle Monache, Zolla (33° st Shimizu),  Battisti (26° st Jadama), Buratti, Davidenkovs, Guidozzi (16° st Brachini),

A disposizione: Renzi, Rocchetti, Musella

Allenatore: Centaro

Arbitro: Daniele Pozzi di Roma I, assistente I Emilio Giulio Leonardi di Ostia Lido, assistente II Riccardo Poggerri di Roma I

Marcatori: 30° st Verri (PVA)

Note: espulso 11° st tecnico Polisportiva Vigor Acquapendente Riccardo Fatone per proteste ritenute eccessive. Ammoniti 41° pt Frateiacci (M), 24° st Rotunno (PVA), 27° st Charalanza (M)

 

CRONACA GARA
Sull’asse Dante Isla Cacciavillani-Verri la Vigor trova ad un quarto d’ora dalla fine la vittoria utile a metterla in posizione privilegiata in vista della gara di ritorno (sufficienti pareggio o vittoria per passare il turno). Bella, godibile e brillante versione d’attacco Montefiascone almeno nel primo tempo. I movimenti di Davidenkovs, Buratti, Guidozzi creano presupposti per cinque palle goal che fanno vacillare una retroguardia aquesiana apparsa poco concentrata.

Dante Isla Cacciavillani, Nuccioni e Rotunno rendono pariglia nell’area di un Chicca apparso comunque attento. Con Avola e Nuccioni che alzano l’asticella di livelle tattico e tecnico nella ripresa per una fase di interdizione che diventa blindata nella sua quasi perfezione, a fare la differenza  dalla cintola in su sono Saleppico, Colonnelli e Verri, a cui Fatone ragala un’ora di panchina e solo mezzora di gioco. Oltre alla rete decisiva arrivano cinque occasioni che avrebbero reso più pingue il vantaggio e meno problematica la gara di ritorno ma sulle tre conclusioni a rete di Saleppico e sulle soluzioni singole di Frosinini e Isla Dante Cacciavillani  Chicca diventa perfetto protagonista.

 

SPOGLIATOI
Orgoglioso nel prepartita di far parte di una Società che punta tutto sui giovani, il Tecnico ospite Enrico Centaro lo è ancora di più poco dopo il triplice fischio finale : “In questo Campionato di Promozione”, sottolinea, “sono chiamato a gestire una rosa di giocatori di una età media che và dai 18 ai 19 anni. Il Presidente Minciotti vuole investire tutto su di loro e la programmazione a medio e lungo termine darà sicuramente i propri frutti. Per quanto odierno ed attuale, posso dire di aver visto un gruppo sintetizzare quasi alle perfezione il primo tempo di questa gara andata di primo turno Coppa. Abbiamo creato cinque limpide occasioni e meritavamo da passare in vantaggio. Ma quello che mi ha maggiormente soddisfatto è la  maturità dimostrata nel tenere botta e campo con personalità ad un organico che è e resterà sicuramente tra le principali favorite alla vittoria finale.

Nella ripresa non abbiamo mollato  niente seppur dovendo affrontare più difficoltà. E questa è sicuramente una base di partenza per il proseguo stagionale” “Il Montefiascone visto nel primo tempo”, sottolinea il Tecnico aquesiano Fatone, “è apparso più tonico rispetto a noi che siamo andati un po’ in sofferenza in qualche occasione. Nella ripresa abbiamo cambiato registro, approcciato il match con una superiore personalità tattica che ha giovato ad una migliore tenuta campo nella ricerca delle giuste soluzioni tecniche. Peccato davvero peccato, però, che una volta in vantaggio non abbiamo chiuso con lucidità a rete alcuni presupposti gioco che avrebbero reso meno complicata la gara di ritorno”.