Maurizio Fiorani

NewTuscia – VITERBO – Quarta edizione di Donne in Opera: grandioso successo all’Hotel Salus Terme. Verrà ricordata per un trionfo da ogni punto di vista l’edizione 2018 di “Donne in Opera. Made in Tuscia”, l’evento promosso da Camera di Commercio di Viterbo, Comitato per l’imprenditoria femminile e Comune di Viterbo, per celebrare l’imprenditoria femminile della Tuscia a tutto tondo.

La manifestazione tutta al femminile è stata nuovamente condotta dalla nota artista Laura Leo che, insieme alla presidente del Comitato per l’imprenditoria femminile, Serenella Papalini, ha presentato gli ospiti e introdotto le varie uscite della sfilata dedicata alle creazioni delle più importanti stiliste e case di moda del Viterbese. Anche per il 2018 la sfilata è stata affidata alla Background academy di Viterbo di Antonella Polini (tra l’altro collaboratori in una rubrica specifica di NewTuscia.it) che hanno portato in passerella modelle e modelli già impegnati in eventi di rilievo nazionale ed internazionale.

Presenti tutte le massime autorità locali. Insieme ai padroni di casa Domenico Merlani e Francesco Monzillo, rispettivamente presidente e segretario della Camera di Commercio di Viterbo, ed alla dirigente camerale Federica Ghitarrari, hanno presenziato a Donne in Opera l’assessore regionale Alessandra Troncarelli, il Prefetto Giovanni Bruno, l’assessore comunale di Viterbo Alessia Mancini, il Sostituto Procuratore della Repubblica Paola Conti, il presidente e direttore di Confartigianato Imprese di Viterbo, Stefano Signori e Andrea De Simone, il presidente della Cna di Viterbo/Civitavecchia Angelo Pieri, il sindaco di Canino Lina Novelli.

In platea, in mezzo alle autorità, c’era anche la stilista rivelazione di Caprarola Benedetta Bruzziches, che ha spiegato come, da una passione, possa nascere non solo un lavoro ma un progetto di vita professionale apprezzato in tutto il mondo. E’ stata una testimonianza che ha provocato, dopo l’intervento della stilista della Tuscia, un forte applauso da parte del numeroso ed attento pubblico intervenuto.

L’evento era iniziato con l’introduzione sul tema “Sulle ali della creazione”, affidata a Patrizia Pellegrini; quindi il momento musicale, l’Ave Maria di Fabrizio De Andrà interpretato dal soprano Mariella Spadavecchia  e dalla violinista Serena Di Meo. Dopo l’intervento di Benedetta Bruzziches si è passati alla sfilata di moda di La Maison di Raffaella Guidozzi di Tuscania, seguita da Kooro di Ana Pia Leon Torres di Bolsena e Niky Vetri di Soriano nel Cimino. Altro momento musicale, quindi, con Il Tempo della cattedrali di Riccardo Cocciante. E’ seguita la testimonianza del Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Viterbo, Paola Conti, che ha parlato dell’importanza del lavoro come mezzo d’indipendenza delle donne e libertà vera da ogni sopruso e violenza degli uomini “padroni”. Quindi altra sfilata con la Sartoria Cavour di Viterbo e Arte Orafa di Laura Pacifici di Capranica. La dirigente della Camera di Commercio Federica Ghitarrari ha quindi incentrato il focus su “L’imprenditoria femminile nella Tuscia, risorse e opportunità”.
Quindi altra sfilata con Italia Garipoli di Tre Croci (Vetralla), Artistica di Viterbo e Obb di Pietrini Roberta di Viterbo. L’ultima testimonianza è stata dell’Istituto di moda Fotu, mentre a concludere i defilé delle modelle e dei modelli della Background academy, ci hanno pensato Ricci ed Atelier Merinda spose di Cura di Vetralla.
L’ultimo momento musicale, che ha concluso l’edizione 2018 di Donne in Opera, è stato dedicato a Volare di Domenico Modugno.

Sono intervenuto su palco, moderati da Serenella Papalini, Domenico Merlani, Alessandra Troncarelli, il Prefetto Giovanni Bruno, il Magistrato Paola Conti, l’assessore Alessia Mancini e la stilista Benedetta Bruzziches.

Sotto potete vedere il servizio fotografico completo di “Donne in Opera. Made in Tuscia” e la diretta completa dell’evento.