Trasporto Macchina di Santa Rosa 2018: lo dedichiamo a Salvatore Alaimo e ad Andrea Di Palermo

Gaetano Alaimo

NewTuscia – VITERBO – Siamo a poche ore dal Trasporto della Macchina di Santa Rosa. Un momento che lega tutti i viterbesi. Attimi di passione del “semo tutti de’n sentimento”.
Fino ad alcuni anni fa non c’era Trasporto che non vedesse la presenza dell’ex editore e responsabile delle produzioni

Andrea Di Palermo col direttore di NewTuscia.it, Gaetano Alaimo

video di NewTuscia.it, mio padre Salvatore Alaimo (nella foto a sinistra).

Sono passati 5 anni e mezzo circa dalla sua prematura scomparsa e credo sia giusto ricordare l’impegno di Salvatore prima, durante e dopo il momento più atteso dell’anno dai viterbesi come dalla nostra redazione. Era sul percorso per riprendere le interviste che io come tanti altri della redazione hanno fatto nei vari anni, scattare le principali foto dell’evento e, alla fine, tornare a casa per impegnarsi subito nel montaggio e nello scaricamento delle istantanee.

Ebbene. Certamente mi manca la sua professionalità ed umanità all’interno del lavoro che, quotidianamente, svolgiamo. Negli ultimi anni aveva avuto un problema ai piedi che lo portava a limitare gli spostamenti ma, fino all’ultimo, ha voluto fare il suo lavoro perché, come me e chi mi segue da anni, aveva un sogno: fare diventare www.newtuscia.it un riferimento per i lettori che vogliono un’informazione diretta, popolare, multimediale e obiettiva. Tutti questi principi li abbiamo fatti nostri, lavorando per produrre un giornale moderno e legato alla all’integrazione dei mezzi d’informazione: la produzione video rappresenta e rappresenterà la prossima evoluzione del nostro giornale.

Insieme a Salvatore Alaimo ci manca tanto anche il nostro ex fotografo sportivo della Viterbese calcio, Andrea Di Palermo (con me nella foto a destra). Come Salvatore era identificato fortemente con il lavoro che svolgeva, tra gli altri, anche con NewTuscia.it. Più che un fotografo lo definirei un artista della macchina fotografica. Spesso immortalava le gesta delle partite della Viterbese in attimi di dinamicità che solo pochi sapevano ritrarre. Anche lui è venuto a mancare improvvisamente qualche anno fa e ci ha lasciato un profondo vuoto, prima di tutto umano.
Andrea Di Palermo andava allo stadio con il gilet che immortalava il brand del nostro giornale: era per me un onore ed una grande soddisfazione professionale vedere il legame che lo legava a noi e al progetto di NewTuscia.it

Dedichiamo il lavoro che faremo per il Trasporto 2018 della Macchina di Santa Rosa Gloria a Salvatore Alaimo e ad Andrea Di Palermo. Di cuore!