Viterbo, Gloria torna a svettare su San Sisto

NewTuscia – VITERBO – Viterbo si prepara a festeggiare Santa Rosa. Oggi dalle 9 circa, dopo il passaggio per piazza del Teatro e la sosta in Piazza del Comune per essere accolta dal sindaco Giovanni Arena, Gloria è arrivata a San Sisto dove è iniziato l’assemblaggio ad opera dell’impresa Fiorillo. La Macchina sta prendendo corpo cominciando dalla base, operazione molto delicata dal momento che se non fosse perfettamente in piano si verificherebbe uno spostamento della sommità piuttosto vistoso.

Gloria deve il suo nome alla composizione di Vivaldi, Gloria excelsior, che a ispirato l’ideatore, l’architetto Raffaele Ascenzi ( anche facchino di Santa Rosa precedentemente) e ora torna a sfilare sulle spalle di 100 facchini per le strade di Viterbo, con i suoi 28 metri di altezza e 50 quintali di peso e allo stesso tempo ricordare, secondo le parole di Ascenzi, i tanti trasporti gloriosi che si sono succeduti nei secoli.

Alle 18.00 verrà completato il montaggio della l’apposizione della statua della Santa, rimasta nel monastero per tutto l’anno, poi la benedizione alle 21.00 da parte del Vescovo Lino Fumagalli.

Il prossimo 28 agosto verranno effettuate delle migliorie, con piccole modifiche al livello di struttura della Macchina.

Nelle foto possiamo vedere anche Ascenzi apporre le etichette in ricordo dei facchini defunti.