Rissa a San Faustino, sette persone arrestate, poi rimesse in libertà

NewTuscia – VITERBO – Sono stati tutti tratti in arresto dalla Squadra Mobile,  in collaborazione con la Squadra Volante della Questura di Viterbo,  gli autori della rissa che ha avuto luogo nella serata di ieri a Viterbo, in Piazza San Faustino.

L’episodio  ha visto coinvolti sette ragazzi, tre di  nazionalità romena e quattro africani,  alcuni dei quali hanno riportato  lesioni, che si sono affrontati  utilizzando anche bottiglie di vetro  e transenne di ferro.

Sembrerebbe che tutti i partecipanti alla rissa si conoscessero per motivi di lavoro e che, quindi, l’episodio potrebbe essere scaturito  da fatti pregressi sui quali sono in corso approfondimenti.

Appena giunge la segnalazione alla Sala Operativa della Questura, gli uomini della Polizia di Stato della Squadra Volante arrivano immediatamente sul posto, scongiurando il peggio.

Iniziano un lavoro certosino con i colleghi della Squadra Mobile nel frattempo sopraggiunti, sentendo  tutti i presenti e non tralasciando alcun particolare.

Nel corso della nottata gli uomini della Squadra Mobile, coordinati dal Comm. Capo della Polizia di Stato  Dr.  Donato Marano, dopo aver raccolto numerose prove testimoniali, riescono ad identificare i sette stranieri che vengono tratti in arresto per rissa aggravata.

Nella mattinata odierna tuttavia, tutti e sette i ragazzi coinvolti sono stati rimessi in libertà, in quanto il giudice non ha convalidato gli arresti.

Il quartiere è comunque particolarmente attenzionato dalle Forze dell’Ordine ed il Questore assicura che i controlli ed i servizi continueranno a 360 gradi.