NewTuscia – ROMA – L’USB ha richiesto da tempo, prima al Sindaco e poi al Commissario Prefettizio, il loro intervento per garantire i giusti diritti e le giuste tutele per i lavoratori.

Nonostante le proteste e le lotte finora intraprese, questa situazione, che si trascina ormai da quattro anni in modo vergognoso e inaccettabile, ancora non si è risolta.

L’USB comunica che da settembre metterà a disposizione dei lavoratori le sue strutture e la sua assistenza per avviare una azione legale che riconosca i compensi dovuti e faccia rispettare la legge e i suoi obblighi.